Visualizzazione risultati 1 fino 17 di 17
Discussione

Intervista della Meloni al Washington Post.

  1. #1

    Predefinito Intervista della Meloni al Washington Post.

    Cito dal Messaggero:
    """Non ho bisogno di sentirmi accettata» dall'Unione europea. «E non mi considero una minaccia, una persona mostruosa o pericolosa. Se gli italiani lo vogliono guiderò il governo». Giorgia Meloni, in un'intervista al Washington Post che la indica come probabile «prima donna presidente del Consiglio in Italia», torna ad accreditarsi per palazzo Chigi. E la premier finlandese, Sanna Marin, le offre sponda: «Gli italiani hanno il diritto di scegliere e di votare chiunque vogliano».
    Per approdare alla poltrona di Mario Draghi, la leader di Fratelli d'Italia continua la sua campagna al Nord con un comizio a Torino, dopo Trento, Bolzano, Mestre e Milano. E prosegue il suo dialogo con le categorie produttive, frenando su flat tax e scostamento di bilancio contro il caro-bollette.
    «Mi considero una amica della Cna, della piccola e media impresa, presidente di un partito orgogliosamente produttivista», dice aprendo l'incontro con gli artigiani. E qui - dopo che al mattino Matteo Salvini è tornato a sollecitare uno scostamento di bilancio da 30 miliardi per affrontare il caro-bollette, sostenendo che «Meloni non vede l'emergenza» - la promessa premier ribadisce di essere «contraria allo scostamento di bilancio». La spiegazione: «Non lo ritengo necessario. Servono 3-4 miliardi e i fondi ci sono: extra-gettito, extra-profitti. Lo scostamento è ultima ratio, anche perché i soldi di cui ti indebiti li stai dando alla speculazione finché non ci sarà un tetto al prezzo del gas». Meglio, piuttosto, tentare con una «norma nazionale» per «scollegare il prezzo del gas da tutte le altri fonti. Ciò permetterebbe di far scendere parecchio le bollette». Lo scontro a distanza col leader della Lega non si ferma qui. In serata, è Salvini a lanciare una stoccata all'alleata: «L'emergenza per l'Italia sono le bollette, non il presidenzialismo», afferma l'ex ministro riferendosi alla riforma-bandiera di Fratelli d'Italia.
    Ed è prudente, Meloni, per garantire la compatibilità dei conti, non fare altro debito e dunque non spaventare l'Ue, anche sul fronte fiscale: «Altri alleati pensano a una flat tax più rilevante, noi siamo d'accordo ma credo che bisogna fare attenzione alle casse dello Stato che non si trovano in un momento buono». Insomma, sì solo alla flat tax del 15% sugli incrementi di reddito e del 5% sui premi di produzione.
    Poi, dopo aver bocciato il salario minimo («rischia di essere uno specchietto per le allodole: contano i contratti nazionali), Meloni rilancia «il taglio del cuneo fiscale per 16 miliardi di euro». Due terzi in tasca ai lavoratori e un terzo alla imprese. La spiegazione: «Se i salari sono bassi è perché la tassazione è troppo alta, al 46%». E propone un superbonus edilizio non oltre l'80%, «ragionando sul dare priorità alle prime case». Non manca un attacco al governo e in particolare ai 5Stelle: «La norma sul superbonus è stata scritta male, applicata peggio, ci sono state le truffe, e lo Stato ha gettato bambino con l'acqua s****a, come fa sempre, e ha lasciato in ginocchio moltissime aziende». Invece «bisogna salvare gli esodati del superbonus: quelle imprese che si sono fidate dello Stato. Quindi nessuna modifica normativa per chi ha iniziato i lavori». Segue promessa: «Accompagneremo la norma sino alla sua scadenza».
    Oltre all'incontro con la Cna e il comizio serale a Torino («con noi al governo non arrivano le cavallette»), il piatto forte del giorno è l'intervista con il Washington Post. Dopo aver raccontato che avrebbe voluto fare «l'interprete o la traduttrice», la leader di FdI si offre per palazzo Chigi: «Qualora gli italiani decidessero che vogliono Meloni premier, sarò premier». Segue postilla da galateo istituzionale: «La decisione ultima spetta» comunque «al presidente della Repubblica».
    Meloni, con il giornale Usa, definisce il suo partito «conservatore», ammettendo che di fronte alla possibilità di guidare il governo le «tremano le mani»: «Ci ritroveremmo a governare l'Italia in quella che forse è una delle situazioni più complesse di sempre. Nel contesto europeo siamo in fondo alla classifica su tutti i fattori macroeconomici, il nostro debito pubblico è totalmente fuori controllo. Abbiamo a che fare con una povertà crescente».
    Quanto al rapporto con l'Europa e alla diffidenza con cui a Bruxelles si guarda ad una sua eventuale vittoria, Meloni sottolinea che gli italiani «sono liberi di eleggere chi vogliono»: «Se dovessimo vincere le elezioni, quando presenteremo la prima legge di bilancio forse all'estero si noterà che esistono partiti più seri di quelli che hanno aumentato il nostro debito per acquistare i banchi di scuola con le rotelle. Quindi non ho bisogno di sentirmi accettata»"".

    Questa lunga intervista che vi propongo (probabilmente l'avrete già letta) è molto interessante per quanto riguarda le proposte economiche e fiscali che, al contrario di quelle di Salvini e di Letta, mi sembrano coerenti ed attuabili, senza aumentare l'enorme debito pubblico. Oltretutto dice una cosa verissima per non spaventare i mercati e le agenzie di rating, che al primo scostamento di bilancio, ci farebbero un "mazzo": sono lì alla finestra, aspettano la vittoria del centro destra per cominciare l'attacco, come se il centro destra fosse il fascismo che il 28 ottobre p.v. defenestrerà Mattarella.
    Si dovrebbe ricordare a questo forum in primis, e alla politica estera che la maggioranza degli italiani sono di destra, o per lo meno moderati di destra, dalla fine della guerra, cosa che tutti i politologi stranieri, e non, riconoscono e lo sanno.
    Personalmente non avrei mai votato Salvini (figuriamoci!!) o la Meloni, ma questo ragionamento che ha rilasciato al Washington Post non fà una piega: peccato per le sue idee pseudo cristiane.
    Anna Rita, cellulari: Galaxy S9, A8 2018. A52s e Tab A6

  2. #2
    Banned
    Registrato il
    Nov 2005
    Età
    42
    Messaggi
    18,822

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da annarita Visualizza messaggio
    peccato per le sue idee pseudo cristiane.
    preferisci le idee islamiste a cui si sta prostrando la sinistra da diversi anni??

  3. #3

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    No, se fosse per me, caccerei dall'Italia anzi dall'Europa tutti coloro che seguono i dettami religiosi mussulmani ( lo so non si può fare), na non tollero che persone che si amano, dello stesso sesso, non possano avere pari diritti genitoriali in Italia. È disumano.

    Comunque sono le religioni in sè che andrebbero abolite, anche quella cristiana; sono le madri di delitti, stragi, guerre perché fanno leva sull'ignoranza, e non parlo della mancanza di cultura.
    Ultima modifica di annarita : 14-09-2022 alle ore 10:37

  4. #4
    L'avatar di viva iburocrati
    Registrato il
    Oct 2010
    Età
    48
    Messaggi
    32,850

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da annarita Visualizza messaggio
    No, se fosse per me, caccerei dall'Italia anzi dall'Europa tutti coloro che seguono i dettami religiosi mussulmani ( lo so non si può fare), na non tollero che persone che si amano, dello stesso sesso, non possano avere pari diritti genitoriali in Italia. È disumano.

    Comunque sono le religioni in sè che andrebbero abolite, anche quella cristiana; sono le madri di delitti, stragi, guerre perché fanno leva sull'ignoranza, e non parlo della mancanza di cultura.
    Se ci fosse un premio ideologia John Lennon lo si assegni subito ad Annarita senza esitazione. E ricordo l'esultanza del Vaticano per la sentenza USA sull'aborto che getterà nella disperazione chissà quante donne povere in futuro e purtroppo qualcuna più debole arriverà fino al suicidio.

    Sulla Meloni nulla di nuovo, sono stato io a evidenziare i suoi esercizi di moderatismo e realismo da quando è stato sciolto il parlamento. A parte discorsi sulla coerenza comportamentale che si potrebbero fare (una lunga questione) certe cose deve chiarirle con i suoi alleati, non con il pubblico.

    Pensa che il Capitano padano che si è visto fregare da lei milioni e milioni di voti la lascerà in pace su pensioni, "pace fiscale", flat tax e altre cosucce? Perché si governerà su queste cose e sulla crisi economica, energia ecc.., non sul fermare o meno l'islamico come pensa non Annarita ma altra gente.
    Europa unita, l'unica speranza di sopravvivenza.

  5. #5

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da annarita Visualizza messaggio
    No, se fosse per me, caccerei dall'Italia anzi dall'Europa tutti coloro che seguono i dettami religiosi mussulmani ( lo so non si può fare), na non tollero che persone che si amano, dello stesso sesso, non possano avere pari diritti genitoriali in Italia. È disumano.

    Comunque sono le religioni in sè che andrebbero abolite, anche quella cristiana; sono le madri di delitti, stragi, guerre perché fanno leva sull'ignoranza, e non parlo della mancanza di cultura.

    le religioni sono un diritto abbastanza antico dell'uomo che spera (si illude dirai te) in qualcosa di più elevato...
    non vanno abolite
    ma vanno normate
    I delitti e le guerre hanno come madre la meschinità dell'uomo nella sua parte meno umana (e che magari si cammuffa da religione questo si)

    Io sono dell'opinione "date a cesare quello che è di cesare" e quindi
    o obbedisci alle leggi dello stato dove vivi
    o te ne vai in un altro stato compatibile con la tua religione

    Di cose disumane in italia putroppo ce ne sono tante ... e i diritti genitoriali non sono probabilmente le più disumante

    I miei post sono IMHO. ma non seguono la Logica non-aristotelica.

  6. #6
    L'avatar di zephyr83
    Registrato il
    Dec 2003
    Età
    39
    Messaggi
    52,902

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da rebus Visualizza messaggio
    le religioni sono un diritto abbastanza antico dell'uomo che spera (si illude dirai te) in qualcosa di più elevato...
    non vanno abolite
    ma vanno normate
    I delitti e le guerre hanno come madre la meschinità dell'uomo nella sua parte meno umana (e che magari si cammuffa da religione questo si)

    Io sono dell'opinione "date a cesare quello che è di cesare" e quindi
    o obbedisci alle leggi dello stato dove vivi
    o te ne vai in un altro stato compatibile con la tua religione

    Di cose disumane in italia putroppo ce ne sono tante ... e i diritti genitoriali non sono probabilmente le più disumante
    vada per il normato perché non si può fare diversamente, ma almeno NON incentivate. molti italiani neanche sanno che siamo uno stato laico e sono convinti che il cattolicesimo sia ancora la religione di Stato....beh in realtà dicono genericamente cristianesimo....
    anche per i cattolici dovrebbe valere quanto hai detto, se non ti stanno bene le leggi dello stato su aborto, divorzio e coppie gay cinsi può trasferire altrove
    "La carne è debole quando il pesce è forte!"
    "Non capisco quelli che dicono che per avere successo devono soffrire. Ma che so', scemi?"

  7. #7

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da annarita Visualizza messaggio
    No, se fosse per me, caccerei dall'Italia anzi dall'Europa tutti coloro che seguono i dettami religiosi mussulmani ( lo so non si può fare), na non tollero che persone che si amano, dello stesso sesso, non possano avere pari diritti genitoriali in Italia. È disumano.

    Comunque sono le religioni in sè che andrebbero abolite, anche quella cristiana; sono le madri di delitti, stragi, guerre perché fanno leva sull'ignoranza, e non parlo della mancanza di cultura.
    Concordo, la regligione dovrebbe essere un fatto puramente privato a cui proibirei ogni tibo di associazionismo, idem per la chiesa cattolica.

    Sulle adozioni per le coppie omo, se pensi che oggi nemmeno coppie estero stabili non sposate possono adottare perchè senza matrimonio non sei considerato stabile, puoi ben capire quanto siamo indietro.
    Ad esempio, coppia pluridecennale con figli naturali che ne vorrebbe un ulteriore ma che non può causa problemi di salute specifici, non può adottare per mancanza di matrimonio. Questo va oltre il dibattito sugli LGBT. Sarebbe solo prendere coscienza dei tempi in cui si vive.

  8. #8
    L'avatar di Ipergigio
    Registrato il
    Dec 2004
    Età
    44
    Messaggi
    5,825

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Ora la Meloni ha due facce: quella pacata per i salotti della TV, dove rassicura tutti. E poi, c'è quella strillona per le piazze, per eccitare le folle sovraniste.
    Il problema è: con quale faccia intende governare?

  9. #9
    L'avatar di viva iburocrati
    Registrato il
    Oct 2010
    Età
    48
    Messaggi
    32,850

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da Ipergigio Visualizza messaggio
    Ora la Meloni ha due facce: quella pacata per i salotti della TV, dove rassicura tutti. E poi, c'è quella strillona per le piazze, per eccitare le folle sovraniste.
    Il problema è: con quale faccia intende governare?
    Ipergigio la domanda è con quale faccia intende lei governare o con quale faccia le sarà permesso di governare?

    Dico la seconda. Con la pressione della comunità internazionale di qua e quella del Capitano Padano e forse del cavaliere bunga bunga di là e parliamo sempre di economia.
    Europa unita, l'unica speranza di sopravvivenza.

  10. #10

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da viva iburocrati Visualizza messaggio
    Se ci fosse un premio ideologia John Lennon lo si assegni subito ad Annarita senza esitazione. E ricordo l'esultanza del Vaticano per la sentenza USA sull'aborto che getterà nella disperazione chissà quante donne povere in futuro e purtroppo qualcuna più debole arriverà fino al suicidio.

    Sulla Meloni nulla di nuovo, sono stato io a evidenziare i suoi esercizi di moderatismo e realismo da quando è stato sciolto il parlamento. A parte discorsi sulla coerenza comportamentale che si potrebbero fare (una lunga questione) certe cose deve chiarirle con i suoi alleati, non con il pubblico.

    Pensa che il Capitano padano che si è visto fregare da lei milioni e milioni di voti la lascerà in pace su pensioni, "pace fiscale", flat tax e altre cosucce? Perché si governerà su queste cose e sulla crisi economica, energia ecc.., non sul fermare o meno l'islamico come pensa non Annarita ma altra gente.
    Volevo ringraziarti per il premio John Lennon, se esistesse, ma vedi non posso accettarlo, perchè Lennon autore al di fuori dei Beatles non mi è mai piaciuto: la tanto amata Image è, per me, figlia, moglie e madre, di musicisti la solita scoccese del maestro scoccia. Però è un bel ricordo di gioventù.
    Non ho lo spirito, nè la tempra per polemizzare, volevo solo far notare che la proposta economica della Meloni mi sembra l'unica ragionevole in questo periodo. Ricordo che uno scostamento di bilancio porterebbe ad un aumento del debito pubblico (chi lo paga?), senza nessuna garanzia che il prezzo del gas diminuisca: se poi non diminuisce e continua a rimanere tale, o, peggio aumentasse, che facciamo, altro scostamento di bilancio?
    Tanto per precisare non credo che voterò, troppo difficile: non voto per ideologia, sinistra, destra, comunismo, fascismo, ma cerco di vedere fra le pieghe delle roboanti campagne elettorali cosa mi piace; e, purtroppo, mi piace qualcosa della Meloni, qualcosa di Letta, qualcosa di Conte e pure qualcosa di Salvini. Troppo, per me troppo.
    Anna Rita, cellulari: Galaxy S9, A8 2018. A52s e Tab A6

  11. #11

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da viva iburocrati Visualizza messaggio
    Ipergigio la domanda è con quale faccia intende lei governare o con quale faccia le sarà permesso di governare?

    Dico la seconda. Con la pressione della comunità internazionale di qua e quella del Capitano Padano e forse del cavaliere bunga bunga di là e parliamo sempre di economia.
    D'accordo con te: con quale faccia le sarà permesso di governare?
    Anna Rita, cellulari: Galaxy S9, A8 2018. A52s e Tab A6

  12. #12
    L'avatar di zephyr83
    Registrato il
    Dec 2003
    Età
    39
    Messaggi
    52,902

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    il più grosso nemico della Meloni sarà l'alleato Salvini che farà di tutto per metterle i bastoni fra le ruote. forse anche Silvio se non riceverà quel che vuole.
    "La carne è debole quando il pesce è forte!"
    "Non capisco quelli che dicono che per avere successo devono soffrire. Ma che so', scemi?"

  13. #13
    L'avatar di muscken
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    38
    Messaggi
    4,129

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da zephyr83 Visualizza messaggio
    il più grosso nemico della Meloni sarà l'alleato Salvini che farà di tutto per metterle i bastoni fra le ruote. forse anche Silvio se non riceverà quel che vuole.
    Al momento le sta facendo più opposizione lui di tutto il PD, è veramente un personaggio squallido...
    Onestamente non capisco come la lega non sia ancora riuscita a farlo fuori.

  14. #14
    Banned
    Registrato il
    Nov 2005
    Età
    42
    Messaggi
    18,822

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Citazione Messaggio inviato da muscken Visualizza messaggio
    Al momento le sta facendo più opposizione lui di tutto il PD, è veramente un personaggio squallido...
    Onestamente non capisco come la lega non sia ancora riuscita a farlo fuori.
    per mettere chi??
    giorgetti che per gli elettori è simpatico come la sabbia nelle mutande?

    zaia e fedriga per adesso se ne stanno fuori dalla politica nazionale...
    vedremo più avanti..

  15. #15
    L'avatar di iroquai
    Registrato il
    Apr 2002
    Età
    52
    Messaggi
    4,166

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Un altro anno perso di Governo Meloni...sì un anno massimo.

  16. #16
    L'avatar di Ipergigio
    Registrato il
    Dec 2004
    Età
    44
    Messaggi
    5,825

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    Finalmente l'UE tira per le orecchie l'Ungheria...

    https://www.ilmessaggero.it/mondo/un...tml?refresh_ce

    Indovinate chi vota contro?
    Ipergigio

  17. #17

    Predefinito Re: Intervista della Meloni al Washington Post.

    <3 <3
    🔴⚫
    TOLLERANZA ZERO

Regole per postare

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •