Pagina 1 di 5 1 2 3 4 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 20 di 97
Discussione

Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

  1. #1
    L'avatar di _Andrea_
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    39
    Messaggi
    2,861

    Predefinito Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Ciao a tutti,

    scrivo qui per avere un confronto su questa spinosa questione. Sto con una ragazza da oltre un anno e un paio di giorni fa mi ha detto che per lei avere figli sono un grandissimo desiderio e istinto. Io ho fin da subito chiarito con lei che non ci penso proprio a volerli. E gliel'ho ribadito due giorni fa quando ne abbiamo riparlato. È vero, non posso sapere oggi cosa penserò domani (nemmeno se sarò vivo per pensare), ma non mi sembra giusto illuderla con frasi del tipo: "Mah, sai, oggi non li voglio, ma magari tra qualche tempo sì. Vediamo un po' come va tra noi".

    Avete avuto esperienze in merito? Come è proseguito il rapporto di coppia? Lei ha rinunciato alla maternità o lui ha scelto la paternità? Com'è andata?

    Grazie

  2. #2

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Brutto inizio.

  3. #3

    Registrato il
    Mar 2006
    Età
    58
    Messaggi
    8,999

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Pessimo inizio.

    Hai veramente 39 anni? Lei ha molti anni meno di te?

  4. #4
    L'avatar di Aves
    Registrato il
    Dec 2008
    Età
    38
    Messaggi
    41,412

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    devi essere sempre onesto.

    Avere figli non è come andare in montagna anziché al mare perché al tuo partner non piace la sabbia.

    Avere figli è una responsabilità per tutta la vita, e anche un sacrificio perpetuo, oltre ad essere ovviamente molto bello.

    Tu devi essere onesto riguardo quello che pensi, e lei ovviamente deve decidere se preferisce stare con te o se proseguire con qualcun altro ed avere figli con un'altra persona. Dal suo punto vista il tempo corre contro di lei, mente tu potresti essere padre a 60 anni. Se lei vorrà avere figli con un'altra persona tu dovrai accettarlo, perché per alcune donne rinunciare alla maternità è un grandissimo sacrificio.

    È sbagliatissimo comunque avere figli con qualcuno che non vuole averli, e lei questo lo deve capire.
    Ho un amico che per paura di perdere la sua ragazza ha accettato di avere un altro figlio a quasi 50 anni (per lei era il primo), con risultati disastrosi...alla fine si son mollati lo stesso.
    Stessa cosa un'altra persona che ha avuto un figlio solo per la moglie, con il risultato di essere un pessimo padre assente.

    I figli li fai solo se davvero lo desideri, altrimenti...prendi un'altra strada

    (io personalmente vorrei essere mamma)
    my body is for rent, my soul for sale! make an offer.

  5. #5
    L'avatar di iroquai
    Registrato il
    Apr 2002
    Età
    52
    Messaggi
    3,759

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da Aves Visualizza messaggio
    devi essere sempre onesto.

    Avere figli non è come andare in montagna anziché al mare perché al tuo partner non piace la sabbia.

    Avere figli è una responsabilità per tutta la vita, e anche un sacrificio perpetuo, oltre ad essere ovviamente molto bello.

    Tu devi essere onesto riguardo quello che pensi, e lei ovviamente deve decidere se preferisce stare con te o se proseguire con qualcun altro ed avere figli con un'altra persona. Dal suo punto vista il tempo corre contro di lei, mente tu potresti essere padre a 60 anni. Se lei vorrà avere figli con un'altra persona tu dovrai accettarlo, perché per alcune donne rinunciare alla maternità è un grandissimo sacrificio.

    È sbagliatissimo comunque avere figli con qualcuno che non vuole averli, e lei questo lo deve capire.
    Ho un amico che per paura di perdere la sua ragazza ha accettato di avere un altro figlio a quasi 50 anni (per lei era il primo), con risultati disastrosi...alla fine si son mollati lo stesso.
    Stessa cosa un'altra persona che ha avuto un figlio solo per la moglie, con il risultato di essere un pessimo padre assente.

    I figli li fai solo se davvero lo desideri, altrimenti...prendi un'altra strada

    (io personalmente vorrei essere mamma)
    Perfetta analisi

    Ho provato l'emozione più bella della mia vita due anni fa a 49 anni, svegliarmi il primo giorno con nostro figlio accanto nel nostro letto matrimoniale, una sensazione di benessere superiore indescrivibile.

  6. #6

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    seguo perchè prima o poi interesserà anche a me e già la cosa mi preoccupa.

  7. #7

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Se si è in disaccordo c'è il rischio che prima o poi la coppia scoppi. È un rischio da non sottovalutare.
    Conosco più di una coppia che, anche dopo più di 10 anni, si sono lasciati. Anche se non l'hanno detto a parenti amici, il motivo era proprio quello. Chi voleva un figlio nel giro di qualche anno l'ha avuto con un altro partner.

  8. #8
    L'avatar di Ncell
    Registrato il
    Nov 2017
    Età
    68
    Messaggi
    11,624

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da iroquai Visualizza messaggio
    Perfetta analisi

    Ho provato l'emozione più bella della mia vita due anni fa a 49 anni, svegliarmi il primo giorno con nostro figlio accanto nel nostro letto matrimoniale, una sensazione di benessere superiore indescrivibile.
    Non esiste emozione più grande, amore più intenso, disinteressato e duraturo.

  9. #9
    L'avatar di mcllcu
    Registrato il
    Jul 2011
    Età
    44
    Messaggi
    18,331

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da arthuro Visualizza messaggio
    Brutto inizio.
    Citazione Messaggio inviato da gunslinger Visualizza messaggio
    Pessimo inizio.
    Non c'è molto altro da aggiungere.

    Hai fatto bene a chiarire fin da subito. Probabilmente sta temporeggiando per vedere se cambi idea, ma tempo un paio d'anni la faccenda finisce. Raramente le donne su questa cosa cambiano idea.
    Be kind. Everyone you meet is fighting a hard battle.

  10. #10

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    comunque sì, se c'è disaccordo su questa cosa prima o poi la storia finirà, magari durerà anni ma prima o poi ci sarà il rancore di uno dei due per la scelta fatta e la coppia finisce.

  11. #11
    L'avatar di Aves
    Registrato il
    Dec 2008
    Età
    38
    Messaggi
    41,412

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da un_passante Visualizza messaggio
    comunque sì, se c'è disaccordo su questa cosa prima o poi la storia finirà, magari durerà anni ma prima o poi ci sarà il rancore di uno dei due per la scelta fatta e la coppia finisce.
    ci sono pure quelle che promettono di occuparsene loro (manco fosse un cane) pur di convincere il futuro padre. Esperienze vissute in prima persona (mia ex cognata). "Fa un figlio per me, me ne occuperó io".

    Poi se doppiamente fregato, perché poi se davvero se te ne freghi questa ti fa la vita impossibile con il senso di colpa (le cose sono cambiate, adesso sei padre)...se invece non cedi o ti molla, o ti la vita impossibile con i sensi di colpa (e poi ti molla).

    Ovviamente la colpa sarà sempre sua di lui: o perché è un egoista che non rispetta il suo desiderio di maternità, o perché è un padre assente.
    my body is for rent, my soul for sale! make an offer.

  12. #12
    L'avatar di gepposam
    Registrato il
    Jan 2008
    Età
    46
    Messaggi
    4,445

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Personalmente fino a 36/37 anni pensavo di non voler diventare papà.
    Poi per un “incidente” ho incontrato la mia attuale compagna e dopo pochissimo ho cambiato quasi inspiegabilmente bandiera, arrivando a desiderare un/una figlio/figlia con tutto me stesso.
    Ora sono padre di due splendide bimbe che sono diventate la mia ragione di vita, davvero, in tutti i sensi, e sono felice che la mia precedente volontà sia cambiata così, senza capirne le ragioni.
    Penso che _Andrea_ debba darsi altro tempo per capire se il suo attuale rifiuto a diventare genitore possa tramutarsi o no.

  13. #13

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da Aves Visualizza messaggio
    ci sono pure quelle che promettono di occuparsene loro (manco fosse un cane) pur di convincere il futuro padre. Esperienze vissute in prima persona (mia ex cognata). "Fa un figlio per me, me ne occuperó io".

    Poi se doppiamente fregato, perché poi se davvero se te ne freghi questa ti fa la vita impossibile con il senso di colpa (le cose sono cambiate, adesso sei padre)...se invece non cedi o ti molla, o ti la vita impossibile con i sensi di colpa (e poi ti molla).

    Ovviamente la colpa sarà sempre sua di lui: o perché è un egoista che non rispetta il suo desiderio di maternità, o perché è un padre assente.
    questa del promettere di occuparsene loro non l'avevo mai sentita, per fortuna.
    Assurdo e ridicolo sentire una cosa simile... ed è peggio chi la propone che chi l'accetta.

    Comunque questo del diventare genitori è un punto fondamentale che prima o poi bisogna mettere in chiaro, se il volere (o non volere) un figlio da parte di uno dei due è un volere troppo forte c'è poco da fare.


    Sono anche dell'idea però che la cosa possa cambiare come appunto hanno appena scritto qua sopra, di certo però non si può stare con una persona a lungo sperando che cambi idea perchè potrebbe non cambiare mai.

  14. #14
    L'avatar di muscken
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    37
    Messaggi
    3,953

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Posso sapere come mai questo disprezzo / disinteresse per la paternità? Capisco il non essere sicuri di avere a fianco la persona giusta (1 anno è poco) ma il diventare genitori dovrebbe essere un desiderio quasi automatico ed istintivo in presenza del partner giusto alla giusta età...

  15. #15

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Io sono diventato padre a 46 anni, non volevo averne. Quando mi sono deciso, non arrivavano......poi il miracolo e ho capito di aver buttato via almeno 10 anni.

  16. #16
    L'avatar di _Andrea_
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    39
    Messaggi
    2,861

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da gunslinger Visualizza messaggio
    Pessimo inizio.

    Hai veramente 39 anni? Lei ha molti anni meno di te?
    Certo, ho 39 anni e lei ne ha 36.

  17. #17
    L'avatar di _Andrea_
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    39
    Messaggi
    2,861

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da muscken Visualizza messaggio
    Posso sapere come mai questo disprezzo / disinteresse per la paternità? Capisco il non essere sicuri di avere a fianco la persona giusta (1 anno è poco) ma il diventare genitori dovrebbe essere un desiderio quasi automatico ed istintivo in presenza del partner giusto alla giusta età...

    Prendo spunto dal tuo messaggio per rispondere [a cuore aperto] a te e agli altri, innanzitutto ringraziandovi anche per gli spunti di riflessione.

    La mia assenza di volontà di diventare padre non ha radici molto profonde in effetti. Da piccolo desideravo diventare padre già a 27 anni. Poi la vita è andata diversamente. Ho perso mia madre molto presto e mio padre da poco tempo. Nel frattempo (16 anni di vita) mi sono preso cura, facendo enormi sacrifici di tempo e grandi rinunce, di mio padre. Cosa che rifarei, nonostante i sensi di colpa, le frasi uscite in modo "incongruo" ecc., per l'amore e il riconoscimento verso papà (e mamma) per quello che hanno fatto per me.
    Tuttavia, questa grande assistenza mi ha svuotato di energie. È vero che prendersi cura di una persona con una malattia lunga e lentamente invalidante è diverso che prendersi cura dei figli; so che da una parte l'anziano pretende e dà pochissimo, mentre un figlio restituisce tanto affetto e dà anche grandi soddisfazioni anche per il solo fatto che cresce e raggiunge tappe evolutive sempre nuove nei primi anni di vita. Ma sono stanco e ho bisogno di prendermi cura anche di me, almeno adesso.

    Per questo quel desiderio di paternità si è, diciamo così, esaurito. Non posso dire con assoluta certezza che non tornerà, ma ad oggi se mi chiedessero di scommettere che tornerà, non butterei via neppure un centesimo.

    Con la ragazza con cui sto era un discorso fatto già all'inizio della frequentazione, ma non c'era questo forte senso di maternità. C'era un "sì, vorrei diventare madre, ma tutto sommato...". Invece stavolta mi è stato posto un po' come un bivio: di qua diventi papà e stai con me; di là ci sono io con un altro e senza di te.

    Mi ha perfino detto di poter pensare di andare in analisi per questo suo forte desiderio, ma gliel'ho assolutamente sconsigliato, perché non è una psicopatologia, è un desiderio istintivo, che ha forti radici nella specie e non è certo un'analisi a cambiarlo. La sua speranza è che lo reinterpreti come un epifenomeno psichico di un altro desiderio più profondo, ma anche qui non scommetterei un centesimo sul fatto che possa essere così. Da una parte comprendo l'amore che prova per me, dall'altra non vorrei mai che lei si sentisse - come un po' si sente - quasi sbagliata in questo desiderio vista la mia assoluta recalcitranza.

    Gli assoluti e i punti esclamativi sono sempre poco piacevoli e mi spiace sia proprio io ad averli, ma se li ho è proprio per non correre il rischio di illuderla.

    Purtroppo mi vedo in un vicolo cieco, anche perché lei associa il desiderio di maternità con l'amore che prova e, quindi, ribaltando la questione, associa la mia assenza di desiderio di paternità come prova di un amore non completo, totalizzante. Forse ha ragione...

    Ma mi chiedo e vi chiedo: non è più opportuno vedere prima come va tra noi e poi eventualmente osservare se qualcosa - naturalmente - in uno dei due cambia. Magari fra tre o sei mesi ci scopriamo intolleranti l'uno per l'altro. Certo, c'è sempre il desiderio che aleggia e il rischio è che, di tanto in tanto, il discorso riemerga dando via via sempre più picconate alla coppia fino a farla crollare.

    Però se c'è una cosa che - certo in modo molto intellettuale - penso, è che tra le compagne che ho avuto lei è l'unica con cui se dovessi avere un figlio per "sbaglio" so che non me ne pentirei: sarebbe una madre e una compagna straordinaria. Già, ma io?

  18. #18

    Registrato il
    Mar 2006
    Età
    58
    Messaggi
    8,999

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da _Andrea_ Visualizza messaggio
    Certo, ho 39 anni e lei ne ha 36.
    Beh, allora è meglio che chiariate per bene le cose, soprattutto per lei (si può avere una maternità anche a 50 anni, è vero, ma è meglio averla ben prima dei 40)

  19. #19

    Registrato il
    Jan 2004
    Età
    42
    Messaggi
    1,440

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da _Andrea_ Visualizza messaggio
    Ciao a tutti,

    scrivo qui per avere un confronto su questa spinosa questione. Sto con una ragazza da oltre un anno e un paio di giorni fa mi ha detto che per lei avere figli sono un grandissimo desiderio e istinto. Io ho fin da subito chiarito con lei che non ci penso proprio a volerli. E gliel'ho ribadito due giorni fa quando ne abbiamo riparlato. È vero, non posso sapere oggi cosa penserò domani (nemmeno se sarò vivo per pensare), ma non mi sembra giusto illuderla con frasi del tipo: "Mah, sai, oggi non li voglio, ma magari tra qualche tempo sì. Vediamo un po' come va tra noi".

    Avete avuto esperienze in merito? Come è proseguito il rapporto di coppia? Lei ha rinunciato alla maternità o lui ha scelto la paternità? Com'è andata?

    Grazie
    Passato anche io.
    Nonostante abbia perfino fatto una T-shirt con la foto di un bambino bannato e ribadito millemila volte al mondo intero che non ero fatto per la paternità, la campana del "voglio diventare madre" suonava più forte di tutto.
    Ci siamo lasciati dopo 8 anni (al quarto di convivenza) , nel mentre avevamo comprato una casa due macchine ed un cane.
    Liquidata per la sua parte e tenuto il cane.
    Ho preso una settimana di ferie, una cassa di Dom Perigno, una di Amarone ed ho festeggiato.
    Da allora più saputo nulla di lei.
    Preparati a passare brutti momenti di coppia, purtoppo non esiste una mediazione, solo bianco o nero se le posizioni sono rigide.
    Auguri

  20. #20

    Predefinito Re: Figli / non figli: quando i partner la pensano diversamente

    Citazione Messaggio inviato da muscken Visualizza messaggio
    il diventare genitori dovrebbe essere un desiderio quasi automatico ed istintivo in presenza del partner giusto alla giusta età...
    No, non è automatico.
    Io non ho mai avuto questo istinto e non riesco nemmeno a fare lo zio, se non con un enorme sforzo (malcelato tra l’altro).

    L’autore del thread sembra più traumatizzato dalla lunga assistenza al padre che insensibile alla paternità.
    Forse un aiuto psicologico di uno specialista lo aiuterebbe a capire la strada da intraprendere.
    La fidanzata ha un comunissimo istinto di maternità, alimentato oltretutto dall’età non più giovanissima e dalla pressione diretta o indiretta della famiglia, delle amicizie e, più in generale, della società.

Regole per postare

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •