Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
Discussione

Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

  1. #1
    L'avatar di zephyr83
    Registrato il
    Dec 2003
    Età
    37
    Messaggi
    50,575

    Predefinito Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    mentre ascoltavo il tg pensavo si parlasse come al solito della Campania o del sud Italia e invece....
    Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock: "Quel mais lo mangiano i bambini"


    Le parole sono di Antonio Carucci responsabile commerciale della Wte. Sotto sequestro sono finiti gli impianti a Calcinato, Calvisano e Quinzano della societ bresciana i cui vertici sono indagati

    Sapevano che stavano lavorando contro le regole, ma non si sono fermati se non quando la loro azienda stata perquisita due estati fa. E la consapevolezza di quanto stavano facendo emerge da alcune intercettazioni inquietanti. Come quella del 31 maggio 2019. "Io ogni tanto ci penso, cio, chiss il bambino che mangia la pannocchia di mais cresciuto sui fanghi", dice Antonio Carucci. il geologo di origine milanese addetto alle vendite della Wte srl, azienda bresciana, presieduta da Giuseppe Giustacchini, da anni nel mirino di ambientalisti e residenti e ora al centro di un'inchiesta della Procura bresciana che contesta la vendita di 150.000 tonnellate di fanghi contaminati da metalli pesanti, idrocarburi ed altre sostanze inquinanti spacciati per fertilizzanti e smaltiti su circa 3.000 ettari di terreni agricoli nelle regioni Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna.
    Parlando con una collega che gli dice che quello che stanno facendo " per il bene dell'azienda", Carucci risponde: "Siamo talmente aziendalisti da non avere pi pudore". Sotto sequestro sono finiti gli impianti a Calcinato, Calvisano e Quinzano della Wte i cui vertici sono indagati. Quindici complessivamente i coinvolti. Sei di loro hanno evitato l'arresto in carcere e altri due i domiciliari come avrebbe voluto la Procura bresciana che si invece vista rigettare la richiesta da parte del gip che non ha ravvisato la necessit di applicare misure cautelari perch da agosto 2019 l'attivit di traffico illecito di rifiuti della azienda bresciana di sarebbe fermata, o quantomeno rallentata, dopo una prima perquisizione dei carabinieri forestali.
    "Dalle tabelle emergono dati impressionanti" scrive il gip nella sua ordinanza che ha portato al sequestro degli impianti. "Nei campioni dei gessi in uscita dall'azienda e in spargimento le sostanze inquinanti (fluoruri, solfati, cloruri, nichel, rame, selenio, arsenico, idrocarburi, zinco, fenolo, metilfenolo e altri) erano decine, se non addirittura centinaia di volte superiori ai parametri di legge".

    Tra gli indagati, con l'accusa di traffico di consulenze illecite, figura anche Luigi Mille, direttore generale dell'Aipo, autorit interregionale per il fiume Po, che, si legge nell'ordinanza, sfruttando relazioni esistenti con il sindaco del Comune di Calvisano e relazioni esistenti o comunque asserite con altri pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio e in particolare il presidente di Coldiretti Ettore Prandini, l'assessore regionale all'Agricoltura Fabio Rolfi, Fabio Carella, direttore generale di Arpa Lombardia e Guido Guidesi, assessore regionale lombardo allo Sviluppo Economico, (nessuno di loro indagato) "indebitamente - scrive il gip - si faceva dare e promettere da Giuseppe Giustacchini denaro, vantaggi patrimoniali ed altre utilit quali il prezzo della propria mediazione illecita verso i suddetti pubblici ufficiali, finalizzata a favorire le attivit imprenditoriali condotte da Giustacchini quale titolare della Wte srl".
    "Confidiamo che chi ha commesso questa azione criminale contro l'ambiente, l'ecosistema e la salute dei cittadini paghi in modo 'esemplare': ed applicare quel sano principio 'Chi inquina paga'", spiega il coordinamento provinciale dei Verdi di Brescia che aggiunge: "laddove si dovessero riscontrare profili penali che hanno rischiato di compromettere la salute dei cittadini, la Federazione dei Verdi-Europa Verde Brescia pronta a costituirsi parte civile in un eventuale procedimento giudiziario".
    https://milano.repubblica.it/cronaca...5969/?ref=fbpr

    nelle intercettazioni ne parlano con una calma imbarazzante, ci scherzano anche sopra. sembra di ascoltare un adolescente che si vanta per la caxxata fatta con gli amici.
    "La carne debole quando il pesce forte!"
    "Non capisco quelli che dicono che per avere successo devono soffrire. Ma che so', scemi?"

  2. #2

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    conosco la normativa.
    capisco la leggerenza dei tecnici

  3. #3
    L'avatar di zephyr83
    Registrato il
    Dec 2003
    Età
    37
    Messaggi
    50,575

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    Citazione Messaggio inviato da crazy999 Visualizza messaggio
    conosco la normativa.
    capisco la leggerenza dei tecnici
    e c' vuole alleggerirla sempre di pi quella norma, ringraziamo il governo giallo verde nel 2018 per l'ultimo scempio a riguardo.
    https://www.ilfattoquotidiano.it/201...r-m5s/4767509/
    "La carne debole quando il pesce forte!"
    "Non capisco quelli che dicono che per avere successo devono soffrire. Ma che so', scemi?"

  4. #4
    L'avatar di belin
    Registrato il
    Feb 2010
    Età
    54
    Messaggi
    63,514

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    Cambiano i colori, me la gente continua a morire… da un ponte che crolla, da una funivia che precipita, a causa dei veleni sparsi nell’ambiente.
    Che tristezza.
    RULE GENOA

  5. #5

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    Quelle persone non andrebbero messe in carcere ( anche perch alla fine non ci andranno ) ma legate a un palo in una piazza e lasciate a disposizione delle gente,con l'invito di impiegare qualche giorno per farli morire.
    Ho tirato lo sciaquone ma samsa rimasto.

  6. #6
    L'avatar di kode
    Registrato il
    Mar 2004
    Età
    40
    Messaggi
    2,754

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    mi affido alla prossima generazione, sperando che Greta Thunberg (o comunque la nuova sensibilita' ambientale) lasci qualcosa nei nostri adolescenti
    I love bikers, I love man, I love malefeet


  7. #7
    L'avatar di WalterP990
    Registrato il
    Oct 2007
    Età
    42
    Messaggi
    11,600

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    Citazione Messaggio inviato da caponord23 Visualizza messaggio
    Quelle persone non andrebbero messe in carcere ( anche perch alla fine non ci andranno ) ma legate a un palo in una piazza e lasciate a disposizione delle gente,con l'invito di impiegare qualche giorno per farli morire.
    Ho una pena pi ficcante:

    Una stanza con pareti bianche, senza finestre, con un secchio in un angolo per le esigenze fisiologiche, pane e acqua due volte al giorno, una sedia bianca, e un tavolo bianco, con sopra una pistola carica.

    E quando il DEMENTE lo ritiene saggio e
    necessario, che si spari pure da solo.

    Ovviamente, che il tutto sia filmato, per far capire certa gente che fine fa.

    Adesso, con gli impianti fermi, c' anche la tarantella di chi ci lavorava. Che adempiano alle loro perdite col capitale personale, questi emeriti farabutti. Ti sei s****ato le mani per i soldi? E noi ti togliamo i soldi.

  8. #8

    Predefinito Re: Brescia, dall'inchiesta sui fanghi tossici nei campi le intercettazioni shock

    Citazione Messaggio inviato da kode Visualizza messaggio
    mi affido alla prossima generazione, sperando che Greta Thunberg (o comunque la nuova sensibilita' ambientale) lasci qualcosa nei nostri adolescenti
    Purtroppo la sensibilit ambientale dei giovani si ferma di fronte alla realt che dovranno avere pi limiti della generazione precedente. Limiti che non accetteranno.
    Come potrebbe vivere un generazione che si sente europea senza prendere voli aerei low cost?
    Oppure senza telefoni con grosso potenziale?
    O senza amici che fanno traversate in barca a vela?

    O cambia totalmente il sistema dall'interno (e non vedo grosse speranze viste le lobby consolidate) oppure non cambier nulla.
    Nemmeno semplicissime norme che hanno dimostrato costo zero per lo stato e funzionalit efficace sui consumi sono state approvate (mi riferisco a plastic e sugar tax).

Regole per postare

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •