Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
Discussione

Wifi e effetti sulla salute

  1. #1

    Unhappy Wifi e effetti sulla salute

    so che ci sono molte campane discordanti.

    Però, quasi in procinto di passare alla Fibra 1Gb in casa mi sono prese le paranoie..

    ho due figli che stanno quasi tutta la giornata in casa a navigare o studiare con i pc tablet.
    Dunque il pensiero di mettere la fibra che avrà un modem con un segnale WiFi più potente di quello adsl di adesso mi preoccupa, principalmente per la loro salute.

    Dove potrei trovare qualcosa che mi possa rassicurare sul fatto che il WiFi della fibra non è poi così pericoloso a lungo andare,
    o comunque non più di quello che c'è adesso dell'adsl??

  2. #2
    L'avatar di Ncell
    Registrato il
    Nov 2017
    Età
    67
    Messaggi
    9,998

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) precisa che i livelli di esposizione ai comuni router o Wi-Fi installati in ufficio o a casa sono di molto inferiori ai limiti raccomandati a livello internazionale e a quelli in vigore in Italia (2). Tali livelli sono, inoltre, molto più bassi di quelli dovuti alle stazioni radio base o ai telefoni cellulari (fino a 10 volte inferiori)
    https://www.issalute.it/index.php/fa...-per-la-salute

  3. #3

    Registrato il
    Aug 2011
    Messaggi
    3,384

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    Citazione Messaggio inviato da RobyBee Visualizza messaggio
    Dove potrei trovare qualcosa che mi possa rassicurare sul fatto che il WiFi della fibra non è poi così pericoloso a lungo andare,
    o comunque non più di quello che c'è adesso dell'adsl??
    Il fatto che sia più veloce non significa che ci sono più onde,dipende semplicemente dal passaggio dei dati sui cavi...
    Ho effettuato transazioni positive con: RadaR84,nano73,rossana1985,elmegio5...

  4. #4

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    avete tutti ragione, solo che online a fianco di dati rassicuranti come quelli che citate
    ci sono anche altri molto più allarmistici,
    non è facile capire chi abbia ragione
    Ricercando "Wifi e salute" su Google trovi di tutto

  5. #5

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    Citazione Messaggio inviato da RobyBee Visualizza messaggio
    avete tutti ragione, solo che online a fianco di dati rassicuranti come quelli che citate
    ci sono anche altri molto più allarmistici,
    non è facile capire chi abbia ragione
    Ricercando "Wifi e salute" su Google trovi di tutto
    Quello che sto per scrivere sarà un pippone, lo so.

    Per prima cosa Google, Facebook, lo zio Peppino o questo stesso forum non sono le fonti attendibili a cui uno dovrebbe rivolgersi. Come è evidente anche io faccio parte del forum, quindi secondo le mie stesse parole il mio post non può essere una fonte attendibile...è per questo che infatti ti metterò i link alle fonti attendibili da cui ho attinto e che tu stesso puoi verificare!
    Le uniche fonti attendibili sono gli studi scientifici che trovi pubblicati da WHO (Organizzazione Mondiale della Sanità), IARC (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro), Ministero della Salute oppure gli studi che trovi indicizzati da PubMed e altri database scientifici simili.

    Passiamo ora alla questione che hai sollevato facendo alcune premesse...
    La grandezza fisica da considerare per la ricezione di segnali elettromagnetici è l'intensità del CEM, espressa in V/m.
    Quanto può essere intenso il CEM?
    Il WHO fissa il valore massimo tollerabile senza rischi per l'uomo: è pari a 61 V/m.
    In Italia gli operatori di telefonia mobile nelle aree urbane sono obbligati a rimanere sotto i 6 V/m, cioè 10 volte inferiore ai valori massimi tollerabili senza rischi.
    Per un router Wi-Fi domestico, alla distanza di 1 m il CEM ha un'intensità che varia tra 1,5 e 2 V/m e questo valore decresce molto rapidamente con la distanza da esso. Tieni presente che non c'è differenza tra un CEM se hai l'ADSL o se hai la fibra ottica. Non è che se hai un bitrate maggiore allora il CEM è maggiore.
    Il livello che puoi rilevare se fai una misurazione outdoor del CEM a livello dei tetti delle case è di quasi 6 V/m, mentre a livello stradale siamo intorno a 1-1,5 W/m (praticamente pari a quello che hai in casa a 1 m dal router).
    Per smartphone e altri dispositivi (tablet, smartwatch, ecc) il parametro spesso indicato è il SAR espresso in W/Kg che indica la potenza assorbita da un Kg di tessuto e il valore massimo in Europa è di 2 W/Kg (di fatto però tutti i produttori usano attualmente un limite più basso pari a 1,6 W/Kg).

    Perché ci sono i valori limite di CEM e SAR?
    Perché le onde elettromagnetiche, quando vengono assorbite dai tessuti, cedono energia surriscaldando il tessuto vivente. Il valore di surriscaldamento accettato senza rischi è pari a 1ºC, dato che la nostra temperatura corporea varia di suo di circa 1ºC (mezzo grado nel ciclo giorno/notte, 1ºC nelle donne durante il periodo di ovulazione).

    Le radiazioni elettromagnetiche usate in TLC sono classificate dallo IARC nella categoria 2B, cioè agenti potenzialmente cancerogeni per l'uomo.
    Che significa? In pratica non si può né affermare che siano cancerogene né escludere del tutto che non lo siano. Gli unici 2 tumori che potrebbero essere associati all'esposizione di un CEM elevato sono il glioma e il neuroma acustico. Sono stati esclusi tutti gli altri.
    Tieni presente che anche le carni rosse non lavorate sono classificate in categoria 2.

    Molti però citano studi scientifici che dicono che sono dannose ecc
    Gli studi che sono sempre citati da coloro che dicono che i campi elettromagnetici sono sicuramente dannosi sono unicamente 2 (e sono sempre questi!): uno è italiano (è il rapporto Ramazzini, >>>LINK<<<) e l'altro è il rapporto del National Toxicology Program (>>>LINK report sui ratti<<< e >>>LINK report sui topi<<<).
    Lo studio italiano ha preso dei topi e li ha esposti a 4 diversi campi elettromagnetici di intensità differente, per 19h/die per tutta la vita di ogni topo. Hanno osservato l'eventuale insorgenza di tumori a cuore, meningi e glia. Non viene però riscontrata una chiara correlazione tra intensità del CEM e insorgenza dei tumori: lo si vede solo per i topi femmina e solo per il glioma, mentre per i topi maschi l'incidenza va a zero per lo stesso tumore. Inoltre si osserva che l'esposizione a CEM più intensi fa diminuire l'insorgenza del tumore alle meningi.
    Perché questi risultati sono cosi contrastanti nello studio Ramazzini?
    Sono gli stessi autori che lo scrivono nelle conclusioni: il numero di topi utilizzati nello studio è troppo limitato e i risultati risultano essere "statisticamente non significativi".
    Lo studio americano invece espone ratti e topi con valori di SAR pari a 6-9 W/Kg per 9h/die per 2 anni. Il rapporto mostra un certo aumento della frequenza di tumori ma si tratta di valori di esposizione SAR molto superiori rispetto ai valori massimi indicati dalla legge.

    Ci sono studi che mostrano la non-correlazione tra esposizione a CEM a bassa intensità e cancro?
    Ce ne sono a decine, anzi a centinaia. Ti basta andare sul sito dello IARC e prendere uno qualunque dei documenti pubblicati e vai a leggere le reference.

    Conclusioni del mega pippone...
    Non ci sono prove che facciano male (all'intensità prevista dalle norme vigenti!).
    Vuoi essere più prudente?
    Non mettere il router in camera da letto (ci passi 8-9h/die), non far tenere alle tue figlie lo smartphone sotto il cuscino, usa la minima intensità di potenza emessa dal router (se fornisce questa funzione).
    Ultima modifica di saretta94 : 17-12-2020 alle ore 22:38

  6. #6
    L'avatar di Ncell
    Registrato il
    Nov 2017
    Età
    67
    Messaggi
    9,998

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    Google ti mostra gli articoli e le ricerche ma non stabilisce chi è attendibile o meno.
    Per capirci anche se cerchi "Terra piatta" trovi i sostenitori di tale teoria, ma il dubbio non ti si pone.
    Come ogni invenzione/scoperata anche il WiFi ha i suoi detrattori.
    Anche i cellulari provocano "danni" eppure tutti li usiamo senza problemi.
    Da qualche anno è il WiFI, peraltro già soppiantato dal 5G, che sembra essere l'attuale "bestia nera" fino al 2025/2027 quando arriverà il 6G.

  7. #7

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    Citazione Messaggio inviato da Ncell Visualizza messaggio
    Google ti mostra gli articoli e le ricerche ma non stabilisce chi è attendibile o meno.
    Come già detto Google non può essere usato come fonte di informazione scientifica.
    Inoltre non mostra gli articoli. O meglio, ne può mostrare alcuni. Ne trovi qualcuno in più su Google Scholar, ma non ci trovi tutta la mole di articoli scientifici che invece indicizza PubMed. Inoltre molti articoli scientifici non sono completamente disponibili al pubblico ma lo è solo l'abstract.

  8. #8
    L'avatar di Aves
    Registrato il
    Dec 2008
    Età
    38
    Messaggi
    41,019

    Predefinito Re: Wifi e effetti sulla salute

    rispetto per Zio Peppino
    my body is for rent, my soul for sale! make an offer.

Regole per postare

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •