Pagina 9 di 9 PrimoPrimo ... 6 7 8 9
Visualizzazione risultati 161 fino 173 di 173
Discussione

Rientro in patria

  1. #161
    L'avatar di muscken
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    37
    Messaggi
    3,795

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Comunque c' qualcosa che non torna nella tua storia o nel come la racconti.
    Da quello che scrivi tuo padre sembrerebbe un padre padrone veramente pesante, violento psicologicamente, al limite della denuncia.
    Poi si scopre che da un tetto a mezza famiglia e riprende senza quasi fiatare il figliol prodigo.
    Capisco la tua situazione e le demolizioni verbali sono quanto di pi brutto si possa ricevere in un momento di difficolt, ma tuo padre ti sta mantenendo da oltre 40 anni, e tu saresti potuto tornare in un qualunque altra casa d'Italia, ma sei tornato li e li ancora stai ... bho ...
    La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia, ma quel lume che porti è deboluccio... -
    - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! -

  2. #162

    Registrato il
    Nov 2005
    Età
    40
    Messaggi
    15,530

    Predefinito Re: Rientro in patria

    quando passeranno lockdown e chiusure....ma fare tipo un corso da pizzaiolo e cercare lavoro all'estero magari in una pizzeria gestita da italiani?
    ho un amico che ha fatto cos e adesso lavora a norimberga (germania) e guadagna anche abbastanza..
    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. (oscar wilde)

  3. #163

    Predefinito Re: Rientro in patria

    rimango basita leggendo la discussione e concordo con muscken..

  4. #164
    L'avatar di WalterP990
    Registrato il
    Oct 2007
    Età
    41
    Messaggi
    11,598

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Citazione Messaggio inviato da muscken Visualizza messaggio
    Comunque c' qualcosa che non torna nella tua storia o nel come la racconti.
    Da quello che scrivi tuo padre sembrerebbe un padre padrone veramente pesante, violento psicologicamente, al limite della denuncia.
    Poi si scopre che da un tetto a mezza famiglia e riprende senza quasi fiatare il figliol prodigo.
    Capisco la tua situazione e le demolizioni verbali sono quanto di pi brutto si possa ricevere in un momento di difficolt, ma tuo padre ti sta mantenendo da oltre 40 anni, e tu saresti potuto tornare in un qualunque altra casa d'Italia, ma sei tornato li e li ancora stai ... bho ...
    Allora, la situazione quantomai complessa. Dire che mio padre mi sta mantenendo un'assurdit, perch partecipo alle spese di casa nella misura di acquisto vari generi, pagamento bollette (la mia quota) e quant'altro. Anzich pesare sul bilancio domestico, lo alimento.

    Mio padre non mai stato una persona facile, n piacevole. Mi ricordo ancora quanto distintamente si sentivano le urla delle sue discussioni con mio zio quando lavoravano insieme, tutte le volte che ha zittito mia madre alterandosi per la minima fesseria, e come lo faceva con lei, lo fa con chiunque. Infatti, si fatto terra bruciata con gente che conosceva da decenni, perch un irriconoscente.

    Invece di dire "ti va di darmi una mano a fare X", se ne viene fuori con "dobbiamo fare... disfare... andare...". E se gli dico che ho altri programmi, mi chiede sempre cosa ho di tanto importante da fare. Una volta, due, tre, poi alla fine uno si stufa.

    Qualche giorno fa ho smesso proprio di parlargli, e ha corretto la mira. Gli ho fatto notare che mi d un LEGGERISSIMO fastidio sentirmi ripetere, giorno dopo giorno, che non ho capito niente della vita e che mi sono svenduto, che trovo solo lavori di m***a mal pagati, e che dovrei fare altro (tipo andare a tirare i cavi per un elettricista o posare i tubi per un idraulico, ovviamente in nero) nel tempo libero.

    Poi chiaro che uno sbotta e gli dice di pensare un attimo, se non troppo disturbo, agli affari suoi. Continua a cercare di pianificarmi la vita, caccia il naso nelle questioni di chiunque, credendo di saperne pi degli altri, e adesso non ha neanche pi senso, per me, arrabbiarmi. una persona evidentemente disturbata, e non roba di oggi. Si comporta in maniera discutibile, ad esempio imponendo il suo pensiero agli altri, e non accetta che qualcuno la pensi diversamente. un arrogante passivo aggressivo, cacasentenze, con l'hobby da tantissimi anni, come ho gi scritto, di guardare l'erba degli altrui recinti: "quello ha i soldi, chiss a chi li ha rubati", "quello l'ho visto caricare prostitute sulla statale", "quello frocio, guarda quello com' grasso, guarda quell'altro quant' secco... Quella mette le corna al marito".

    E io tutte le volte che penso: ma cosa me ne frega, e soprattutto, cosa GLIENE frega?

    una vita che vive vite non sue, e io un atteggiamento del genere lo trovo solo patetico. Se voi riuscite ad andare d'accordo con soggetti del genere, tutta la mia stima. Purtroppo, la soluzione una sola: IGNORARLI.

  5. #165

    Registrato il
    Aug 2007
    Età
    39
    Messaggi
    9,260

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Citazione Messaggio inviato da WalterP990 Visualizza messaggio
    [...]

    E io tutte le volte che penso: ma cosa me ne frega, e soprattutto, cosa GLIENE frega?
    Semplice, tuo padre e come ogni padre d consigli anche se possono darci fastidio o sembrarci inopportuni.
    Pace a voi

  6. #166
    L'avatar di muscken
    Registrato il
    Nov 2006
    Età
    37
    Messaggi
    3,795

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Anche mio padre molto simile per alcuni aspetti al profilo che hai delineato e credo sia quello del 90% dei padri, all'apparenza presuntuosi e un po' rompi balle, soprattutto nei confronti del figlio maschio.
    Comunque se ti trovi cos male come dici, hai un lavoro e non vivi a Milano centro, con qualche centinaio di euro puoi prendere casa in affitto...

  7. #167
    L'avatar di WalterP990
    Registrato il
    Oct 2007
    Età
    41
    Messaggi
    11,598

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Citazione Messaggio inviato da muscken Visualizza messaggio
    Anche mio padre molto simile per alcuni aspetti al profilo che hai delineato e credo sia quello del 90% dei padri, all'apparenza presuntuosi e un po' rompi balle, soprattutto nei confronti del figlio maschio.
    Comunque se ti trovi cos male come dici, hai un lavoro e non vivi a Milano centro, con qualche centinaio di euro puoi prendere casa in affitto...
    Con qualche centinaio di e un contratto a tempo indeterminato.

    Perch chi il pazzo al giorno d'oggi che ti affitta casa in nero, tra gente che non paga e gente che ti riduce l'appartamento un cesso?

  8. #168
    L'avatar di decibel
    Registrato il
    Jul 2009
    Età
    39
    Messaggi
    9,819

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Ciao Walter,
    come va il nuovo lavoro?
    Excusatio non petita, accusatio manifesta

  9. #169
    L'avatar di Ncell
    Registrato il
    Nov 2017
    Età
    67
    Messaggi
    10,316

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Citazione Messaggio inviato da muscken Visualizza messaggio
    Anche mio padre molto simile per alcuni aspetti al profilo che hai delineato e credo sia quello del 90% dei padri, all'apparenza presuntuosi e un po' rompi balle, soprattutto nei confronti del figlio maschio.
    Comunque se ti trovi cos male come dici, hai un lavoro e non vivi a Milano centro, con qualche centinaio di euro puoi prendere casa in affitto...
    Considerato che conosciamo solo la sua versione, non condivido la competa "neutralit" in cui lasciamo il padre.
    Se il rapporto in questi termini il conflitto risale a molto prima che Walter partisse per l'UK.
    Non credo che quando lui aveva 17 anni il padre fosse amorevole e comprensivo e sia rimasto tale fino al suo rientro in patria.

  10. #170
    L'avatar di WalterP990
    Registrato il
    Oct 2007
    Età
    41
    Messaggi
    11,598

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Citazione Messaggio inviato da decibel Visualizza messaggio
    Ciao Walter,
    come va il nuovo lavoro?
    Allora, dopo l'esperienza con Amazon, sono stato reclutato da un altro marketplace online, sempre con le stesse mansioni e a condizioni contrattuali peggiori (esempio: i buoni pasto me li scordo, paga peggiore e non si fa la notte, turno solo di mattina attaccando alle 6.00, niente parcheggio interno, quindi capita di dover parcheggiare in culonia).

    Per contro, ambiente MOLTO pi positivo, tutti si conoscono per nome, e pur essendo tutte pedine, si lavora pi serenamente.

    Niente ruberie, nessuno che sta nei corridoi a parlare degli affari suoi, e non c' quel clima lassista che mi ha fatto odiare il precedente impiego.

  11. #171

    Registrato il
    Aug 2010
    Età
    53
    Messaggi
    938

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Ciao Walter, novit al lavoro e in famiglia? Sta girando un po' meglio la situazione?

  12. #172
    L'avatar di WalterP990
    Registrato il
    Oct 2007
    Età
    41
    Messaggi
    11,598

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Citazione Messaggio inviato da BikerJediYoda Visualizza messaggio
    Ciao Walter, novit al lavoro e in famiglia? Sta girando un po' meglio la situazione?
    Fondamentalmente si: il lavoro ce l'ho, modesto ma fortunatamente ce l'ho. Ho una macchina, anche quella senza pretese, ma mia e funziona. Avrei voluto italianizzare la mia macchina inglese ma, oltre ad avere il radiatore bucato, l'ultima volta che l'ho mossa si rotto il cambio. Ora in un fienile.

    Ho rimesso in piedi il mio giro di amici, e da quel punto di vista, pare che nulla sia cambiato. Devo solo stare attento a uno di loro, che da giovane mi ha sempre preso in giro e adesso diventato un lecchino incredibile, ma non solo con me, con chiunque.

    I rapporti con mio padre sembrano migliorati da quando lo ignoro. A furia di sentirsi dire sempre le stesse ****ate, va a finire che non ci fai pi caso. L'unica cosa che mi fa davvero paura che i suoi processi degenerativi, adesso sono davvero evidenti. Per esempio: capace di insultarti per due minuti di orologio se fai cadere una goccia d'acqua per terra, mentre se venti persone si menano per strada, capace di girarsi dall'altra parte.

    Qualche giorno fa ha INSULTATO mia madre perch ha mangiato un panino che voleva lui, dicendole addirittura che i suoi figli sono due nullit, che lei ha sempre cercato di scavalcarlo e non ha mai fatto nulla di buono nella vita.

    Un paranoico fatto e finito. Pena infinita.

  13. #173
    L'avatar di WalterP990
    Registrato il
    Oct 2007
    Età
    41
    Messaggi
    11,598

    Predefinito Re: Rientro in patria

    Aggiornamento.

    Il lavoro va bene, il mio intervento molto apprezzato. Diciamo che presentarsi sempre puntuale, e tante volte fermarsi a fare un po' di straordinario sono punti visti bene da chi amministra la mansione.

    Non il mio mestiere, chiunque abbia fatto la spesa in un supermercato sa girare per le corsie di un magazzino prelevando abbigliamento, ma c' modo e modo di fare le cose. Si vede che ci sono ragazzi molto pi giovani di me, che sono l solo per "quagliare", magari frustrati dalla natura dell'impiego (ma pi facile che proprio non gliene freghi niente), che sembra siano l perch proprio non hanno di meglio da fare.

    Io, per quanto posso, preparo i carrelli in maniera ordinata, evitando che cada roba, e ho fatto mie talune procedure che altri, di proposito, o per noia o distrazione, ignorano a pi pari.

    Per ora ho interrotto la ricerca di altri impieghi, ma devo muovermi per tempo. Un mio amico che per quasi un anno ha lavorato in Amazon con rinnovi a raffica stato mandato a spasso, dando ulteriore fiato alla teoria che tutti conoscono: se come quando hanno bisogno ti prendono, come cala la mole ti mollano. Su clientele e favoritismi stendo un velo pietoso: diciamo che come sempre, purtroppo, le "lingue di velluto' 😁 hanno il loro mercato e, in un modo o nell'altro, fanno strada.

    Sono molto preoccupato per le condizioni in cui versa il nostro paese, tipo quel dipendente pubblico che per quindici anni ha SOLO timbrato il cartellino, protetto da amicizie poco raccomandabili, o il recente caso dei fanghi tossici venduti come innocui fertilizzanti ad agricoltori ammanicati... Pardon, volevo dire ignari di tutto.

    Comunque sia, pur battendo strade che fanno schifo, in quanto piene di crateri (i cerchioni della mia macchina sono diventati esagonali, e presto saranno quadrati), al lavoro ci vado e pure volentieri, trascurando il fastidioso arrivismo (scaduto da decenni) di mio padre, che mi vorrebbe sprezzante e arrogante come lui.

    Per ora MI BASTO, e sono anche molto pi rilassato. Prima ci voleva davvero poco per farmeli saltare tutti insieme, adesso magari conto fino arrivismoLa regola della guerra dei poveri lascia poco spazio di manovra, certi ambienti di lavoro sono talmente invivibili che la gente va e viene dopo aver fatto un mese, altri invece, loro malgrado, si adeguano. Un colpo al cerchio e uno alla botte.

    Sapete cosa mi manca davvero dell'Inghilterra? Gli italiani che frequentavo. Sono persone sprecate, in quel paese di ipocriti, e gli auguro tutto il bene del mondo.

Regole per postare

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •