Riflettevamo con amici che l'attuale parlamento vive con la fifa.
Visto quello che è successo negli ultimi 16 mesi nella vita politica italiana, se si votasse a breve, molti non verrebbero rieletti in parlamento.
Partiamo dal Movimento: molti hanno giá fatto due mandati, non solo con i consensi (da vedere se si confermano i numeri delle europee, con un consenso gassoso non è detto) sono in calo e il numero totale dei parlamentari grillini sarebbe molto diminuito. Senza contare che per molti di loro il ritorno alla loro vita sarebbe molto impattante dovendo tornare in situazioni economiche precarie mentre ora 2500 euro al mese li beccano.
PD: i consensi sono in leggero aumento, dovrebbe quindi eleggere qualche parlamentare in più, ma la segreteria è cambiata e i renziani o turborenziani non verrebbero manco candidati. Quanti sono? Circa 80 parlamentari che aderiscono alla corrente di Renzi (BR) capitanati da Luca Lotti. Luca Lotti che da autosospeso ha comunque co-presieduto qualche giorno fa la riunione dei parlamentari della corrente BR. In questa corrente la paura non solo fa 90 ma la esprimono arrivando ad ipotizzare un sostegno a un governo grillino, non si capisce se monocolore o no, nel caso di caduta di Conte. Gli altri sono come foglie d'autunno perchè il nuovo segretario e la nuova segreteria ha giá fatto capire chiaramente chi comanda.
Sinistra Estrema: in questo caso erano e saranno pochi, il rischio è non eleggere nessuno.
FI: il calo dei consensi e la rivoluzione appena attuata ai vertici con Toti e Carfagna ai vertici porta molta inquietudine in FI. Il numero assoluto dei parlamentari in caso di elezioni a breve diminuirebbe e di parecchio rischiando la non elezione di rappresentanti in alcuni collegi del senato. Inoltre chi verrá candidato dovrebbe rappresentare il nuovo in FI. In realtá rappresenterebbe l'espressione delle due correnti in misura paritaria ma moltissimi volti noti e storici non verrebbero candidati o eletti.
FdI: i questo caso la rielezione sarebbe certa per tutti o quasi e il numero di seggi dovrebbe aumentare.
+Europa: ha eletto qualcuno con i voti del PD ma non è detto che sia ancora così, molto venne fatto da Giachetti, amico di Renzi ed ex Radicale.
Lega: aumenterebbe i suoi parlamentari, ma non tutti verebbero rieletti perchè alcuni parlamentari attuali sono legati a Bossi e a Maroni che dopo la fuga in avanti di Salvini non servono piú.

Insomma abbiamo un parlamento che se si votasse ora per oltre i tre quarti non verrebbe rieletto.

Questa paura di non rielezione può determinare maggioranze nuove, su nuove logiche e con nuovi scenari?
Oppure tutti i parlamentari saranno fedeli fino in fondo pur sapendo che non verranno rieletti?