Pagina 1 di 2 1 2 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 20 di 22
Discussione

Eravamo italiani allora...

  1. #1
    Banned
    Registrato il
    Feb 2006
    Età
    36
    Messaggi
    15,042

    Predefinito Eravamo italiani allora...

    ... e imbecilli come oggi.

    ROMA - Venticinque anni sono trascorsi dalla tragedia di Vermicino, vicino a Roma, ma quella tragedia gli italiani non l'hanno dimenticata. Per tre giorni tutta la nazione, incollata davanti alla televisione, segui' l'agonia di Alfredino Rampi.

    La vicenda del ''pozzo maledetto'' comincio' alle 19 del 10 giugno 1981, e subito i giornali radio dettero grande risalto alla notizia. Il bambino era andato con i genitori, Nando Rampi e Franca Bizzarri, nella casa di campagna nei pressi di Frascati. Rincasando il padre non lo trovo'. Immediatamente scattarono le ricerche. I lamenti provenienti da un pozzo artesiano portarono un sottufficiale della polizia alla tragica scoperta.

    Le prime ore delle operazioni di soccorso trascorsero nell' incertezza della via migliore da seguire. Fu calata al bimbo una tavoletta legata a una corda che resto' incastrata e che comporto' in seguito difficolta' insormontabili per far giungere ad Alfredino soccorsi di ogni genere. Intanto, un microfono sensibilissimo fu calato ad alcuni metri di distanza dal bimbo. E cosi' a tutti gli italiani fu possibile ascoltare per quasi due giorni le invocazioni di aiuto di Alfredino, mentre da quel momento ebbe inizio il drammatico dialogo tra il piccolo e il vigile del fuoco Nando Broglio.

    Non si lascio' niente di intentato: un ''uomo ragno'' cerco' di rimuovere la tavoletta e si comincio' a scavare con una trivella. E intorno, tantissima gente, venuta non soltanto da Roma ma anche da citta' vicine nella speranza di vederlo uscire salvo. Intanto ad Alfredo veniva fatto bere saccarosio da una flebo calata giu' nel cunicolo. Anche il presidente della Repubblica Sandro Pertini si reco' sul luogo della tragedia e volle parlare con il bimbo. Poi, all'ottimismo che aveva preso un po' tutti i presenti nel pomeriggio del secondo giorno di soccorsi, quando la trivella era scesa a 31 metri, a poco a poco si sostitui' l'angoscia. Alfredino era scivolato di altri 30 metri. E tutto avvenne in una interminabile diretta televisiva delle due reti della Rai.

    Vani furono anche gli sforzi dei volontari Angelo Licheri e Donato Caruso, che si calarono nel pozzo e piu' volte cercarono di legarlo. All'alba del terzo giorno il bimbo mori'. E subito seguirono le polemiche per la conduzione dei soccorsi con il lancio di accuse di imperizia. E non fu risparmiata neppure la madre di Alfredino,accusata di essersi allontanata per cambiarsi d'abito, di non essersi ''disperata abbastanza'' in maniera evidente. Seguirono perfino telefonate a casa Rampi in cui si chiedeva se fosse vero che il bimbo non era figlio di Nando Rampi e se fosse vero che era stato il padre a gettarlo nel pozzo per liberarsi di un bambino cardiopatico dalla nascita.

    Segui', poi, un processo contro l'operaio responsabile dello scavo Elio Ubertini e il proprietario del pozzo Amedeo Pisegna, che furono assolti dall'accusa di omicidio colposo. Elveno Pastorelli, allora comandante dei vigili del fuoco di Roma, che assumendosi una responsabilita' che sembrava non competere a nessuno e che coordino' i soccorsi, fu invece scagionato completamente in istruttoria.

  2. #2
    L'avatar di Bud S506
    Registrato il
    Dec 2002
    Età
    46
    Messaggi
    23,239

    Predefinito

    Avevo 6 anni allora... e ricordo alla perfezione quei giorni: quella lunghissima diretta, quella morbosa attenzione mista a pietà che la gente di allora manifestava per il piccolo Alfredino, fece partorire alla Rai il primissimo fenomeno di Tv verità... di Real Tv...
    Ricordo quell'uomo minuto, un Sardo, che si fece calare nella speranza del lieto fine... e ricordo il Presidente Pertini che volle essere presente sul luogo contribuendo così incosapevolmente ad aumentare la morbosa attenzione del pubblico per le sofferenze del bambino... e ricordo benissimo la foto del piccolo Alfredo che facevano vedere in continuazione sulla Rai in quel periodo: un bambino della mia età di allora con un sorriso bellissimo e con degli occhioni da "discolo"...

  3. #3

    Registrato il
    May 2006
    Età
    50
    Messaggi
    82,152

    Predefinito

    lo ricordo bene anche io...se il piccolo Alfredo non fosse stato cardiopatico si sarebbe certamente salvato.

    E ricordo bene anche i commenti di alcuni giornalistoidi che accusavano la povera signora Rampi "di freddezza" e che "non poteva permettersi di sgranocchiare patatine e non dare segni del dolore"...ma che doveva fare quella povera donna, dare spettacolo per tutta l'Italia strappandosi i capelli ed urlando come facevano le vedove calabresi???

  4. #4

    Post

    Mi ricordo benissimo di questa tragedia e delle assurde polemiche che ci sono state...
    All' epoca avevo 15 anni.
    R.I.P. Lemmy Kilmister (1945-2015)
    R.I.P. Jeff Hanneman (1964-2013)

  5. #5

    Predefinito

    Mi capita di pensare a quella tremenda fine fatta da quel povero bambino e del circo mediatico montato in fretta e furia con l'arrivo anche del Presidente Pertini. In fondo eravamo tutti certi che quella grande macchina dei soccorsi accorsa sarebbe riuscita a far tornare ai suoi genitori il piccolo Alfredino, invece purtroppo...

  6. #6
    L'avatar di canyon
    Registrato il
    May 2003
    Età
    51
    Messaggi
    9,411

    Predefinito

    Me lo ricordo anche io, mi ricordo anche questi pseudo giornalisti impegnatissimi a trovare difetti e a sputare sentenze, le cose non sono cambiare molto da allora e il pseudo giornalismo purtroppo esiste ancora
    Linux forever

  7. #7

    Predefinito

    ....ricordo anch'io....

  8. #8
    Banned
    Registrato il
    Jan 2005
    Messaggi
    2,163

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Concino Concini
    lo ricordo bene anche io...se il piccolo Alfredo non fosse stato cardiopatico si sarebbe certamente salvato.

    E ricordo bene anche i commenti di alcuni giornalistoidi che accusavano la povera signora Rampi "di freddezza" e che "non poteva permettersi di sgranocchiare patatine e non dare segni del dolore"...ma che doveva fare quella povera donna, dare spettacolo per tutta l'Italia strappandosi i capelli ed urlando come facevano le vedove calabresi???
    Fateci caso, molti genitori all'indomani della sciagura della morte di un figlio parlano al TG con tranquillità e naturalezza come se commentassero qualcosa a loro estraneo.
    A volte mi sembra tutta una montatura per fare notizia.
    Mah...

  9. #9

    Registrato il
    May 2006
    Età
    50
    Messaggi
    82,152

    Predefinito

    qualcuno è andato dalla parrucchiera prima del funerale del figlio, ricordatevelo

  10. #10
    Banned
    Registrato il
    Mar 2006
    Età
    40
    Messaggi
    14,238

    Predefinito

    Concino togli sto ****o di rosso!

    Tutti avevte visto Tg2 dossier vero?

  11. #11

    Predefinito

    Di quella tragedia ho il ricordo di una notte passata a vagare per la città, tantissime finestre aperte e le luci accese, e tutti sintonizzati sulla diretta. Un atmosfera irreale. Terribile.
    L'è mei aver il brag roti in tal cul che al cul rot in til brag!

  12. #12
    L'avatar di gigia
    Registrato il
    May 2005
    Età
    49
    Messaggi
    6,916

    Predefinito

    Avevo 9 anni e ricordo benissimo, mia madre è rimasta in piedi tutta la notte per seguire la vicenda, e ricordo che il giorno dopo si diceva di numerosi televisori "scoppiati" per le troppe ore ininterrotte di utilizzo. Povero piccolo che fine.

  13. #13
    Banned
    Registrato il
    May 2006
    Età
    38
    Messaggi
    810

    Predefinito

    Infatti povero

  14. #14

    Registrato il
    May 2006
    Età
    50
    Messaggi
    82,152

    Predefinito

    ma nessuno pensò di rintracciare chi faceva quelle telefonate a casa Rampi e di mettere al pubblico ludibrio i loro autori???

  15. #15
    L'avatar di camisus
    Registrato il
    Oct 2005
    Età
    59
    Messaggi
    22,034

    Predefinito

    quando muore qualcuno di veramente caro...non si comprendono le azioni che si compiono in quel momento, agiamo come dei robot...ma nella nostra mente si avverte uno sciame scomposto di sensazioni ed emozioni non qualificabili da nessuno è un continuo borderline.
    ho visto cose che voi astemi non potete neanche immaginare, meglio un ubriaco dichiarato che un alcolista anonimo

    Mistral...

  16. #16

    Predefinito

    come voi anche io ricordo...
    probabilmente fu il primo fatto di cronaca nera con cui venni in contatto...la morte in diretta anche per me che ero piccina e in genere venivo appositamente distratta o allontanata da quei tg di tarda serata che parlavan di morti senza filtri.
    11 anni io...meno lui...tutta l'italia fissa davanti al televisore, tutti lì a pregare e a suggerire tecniche alternative, tutto d'un tratto eravamo diventati specialisti in tunnel e in recuperi...
    tutto inutilmente, lo ricordo come una sensazione di fallimento generale e personale cribbio avevo pregato tanto...ma allora D io s'era distratto?.
    ma ricordo anche che poco dopo si seppe di un'offerta (rifiutata, perchè poi? bho) da parte "straniera" (inglesi? tedeschi? all'epoca faceva ben poca differenza, eran tutti stranieri gli altri, anche i cugini che vivevan appena oltre confine).
    son tutt'ora convinta che quell'offerta non accettata l'avrebbe salvato, strana questa cosa, lo so che con il senno di poi, ecc ecc...
    ma ne son proprio convinta.
    c'e' una crepa in ogni cosa e ogni cosa prima o poi crepa. Quando a morire e' una persona bella la crepa viene altrove
    liberta' di pensiero e liberta' di preghiera (se non rompe i maroni ad altri)

  17. #17

    Registrato il
    May 2006
    Età
    50
    Messaggi
    82,152

    Predefinito

    e vergogna pure a chi accusò nonno Sandro di protagonismo

  18. #18
    L'avatar di bushwag
    Registrato il
    Jun 2001
    Età
    50
    Messaggi
    12,855

    Predefinito

    ricordo anche io. ricordo come era uscito angelo, che era quasi arrivato a prenderlo, era completamente scorticato. una storia molto triste, con protagonisti molte persone con un grande cuore, e forse una spettacolarizzazione eccessiva. ad un certo punto sembrava che stesse per uscire..ma poi la tragedia....
    Club del Veneto Tessera n° 00011 ex 12
    so' os peixes mortos vao com a corrente do rio

  19. #19

    Registrato il
    May 2006
    Età
    50
    Messaggi
    82,152

    Predefinito

    se fosse stato un bambino sano ne sarebbe uscito fuori certamente...

  20. #20
    L'avatar di giovanna70
    Registrato il
    Jan 2003
    Età
    51
    Messaggi
    11,173

    Predefinito

    anche io mi ricordo di questo sfortunato bambino, mi ricordo mia mamma che seguiva la tv e tutti che speravamo che uscisse vivo dal pozzo....
    Ciao Papà mio....
    Ciao Mistral

Regole per postare

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •