Torna indietro   Telefonino.net Forum > Produttori > Sony
Username
Password
Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 04-04-2014, 01:53
 
#1
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Modding Xperia - Thread unico

Molto bene: con il beneplacito dello staff, questo post inaugura un thread unico dedicato in linea generale al modding degli smartphone della serie Xperia. Ultimamente ho avuto poco tempo per cimentarmi nella stesura dei vari tutorial, ma finalmente (algazel mi avrà probabilmente dato per morto, o del mentecatto) sono riuscito nell'impresa.
Potrei riservare qualche post extra ad eventuali tutorial futuri, non me ne vogliano i moderatori

Per questo come per tutti i futuri post i suggerimenti sono più che bene accetti!
Tentiamo insieme di rendere il tutto quanto più chiaro possibile anche ai più neofiti ed imbranatelli (senz'offesa!).

Ciò detto, ecco subito un elenco dei vari tutorial:

1) Dizionario
2) Flashare una ROM stock utilizzando Flashtool
3) Creare un backup del firmware del telefono in formato .ftf
4) Effettuare il downgrade ad una versione firmware precedente
5) Sbrandizzare lo smartphone
6) Verificare lo stato del bootloader, dei DRM e della garanzia
7) Creare e ripristinare un backup della TA
8) Sbloccare e ribloccare il bootloader senza perdere garanzia e DRM
9) Sbloccare il bootloader
10) Flashare un kernel non stock

Non inserisco guide per rootare o installare recovery, perché la casistica è molto ampia e i procedimenti variano generalmente in base al modello o alla generazione: molto meglio chiedere nei thread dei singoli modelli, almeno finché non verrà aperta una sezione modding ben strutturata

Buona lettura, attendo eventuali feedback!


Ultima modifica di Niko849 : 04-04-2014 alle ore 02:25.
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 01:54
 
#2
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Dizionario

Partiamo dunque con l'ABC: un bel dizionario, da consultare ogniqualvolta ci si trovi in difficoltà con qualche termine apparentemente ostico.
Alcune definizioni saranno poste molto alla buona, giusto per rendere l'idea: non me ne vogliano i più esperti


Android -> Suvvia...
App -> Applicazione. Direi.
adb -> Mooolto stringato: strumento che serve ad interagire via linea di comando con il sistema Android. Potete anche dimenticarlo, è un'informazione bonus.
Backup -> Copia di sicurezza di uno o più file.
Boot -> Fase di avvio del sistema operativo.
Bootloader -> Programma di base che carica il kernel all'avvio (boot) del sistema, permettendo la successiva esecuzione del Sistema Operativo (SO).
Bootloop -> Situazione incresciosa in cui il telefono si riavvia di continuo perché avete fatto un gran casino.
Brickare -> Dall'inglese "brick", mattone. Letteralmente "rendere il telefono pari ad un mattone". Ossia utile più o meno quanto un fermacarte.
Soft brick -> Situazione in cui il telefono è inutilizzabile ma recuperabile, ad esempio riflashando un firmware da zero.
Hard brick -> Situazione in cui il telefono è inutilizzabile e neppure San Gennaro può aiutarvi.
Clock (frequenza di) -> (Riferito al processore) Frequenza del processore. Oggigiorno espressa praticamente sempre in GHz (Gigahertz), ossia in miliardi di operazioni al secondo.
Driver -> Mooolto stringato: "guida" per il sistema operativo all'utilizzo di un determinato hardware. Ad esempio, la prima volta che si collega il telefono al PC vengono installati automaticamente (si spera ) i driver necessari.
DRM -> Acronimo per Digital Rights Management, strumento per la gestione dei diritti d'autore in ambito digitale.
Estensione -> L'estensione di un file è costituita da alcune lettere (spesso tre, ma non necessariamente) separate dal nome del file tramite un punto. Identifica la natura del file, indirizzando il sistema operativo verso il programma corretto da utilizzare per leggere il file.
Esempio: il video della comunione della vostra bisnonna si chiamerà probabilmente videobisnonna.avi, o .mp4, o .mpg, o .divx. Tutte queste estensioni indicano appunto varie tipologie di video.
Esempio 2: Il foglio di lavoro Excel che conteneva le password per i vostri conti esteri e che avete cancellato erroneamente l'altro ieri (ebbene sì, andate a controllare: ricordate però che ambasciator non porta pena) aveva estensione .xsl. Il file di testo in cui invece conservate il libro che avete appena finito di scrivere dopo ventitré anni di duro lavoro ha invece estensione .doc o .docx se l'avete scritto con Word, o magari .rtf, .odt, ma alla fine non importa perché tanto probabilmente nessuna casa editrice vorrà pubblicarlo.
Sono tempi duri per la cultura, ahimé
Esempi di estensioni che potreste incontrare nei tutorial:
.bat -> File batch, nient'altro che un file di testo che contiene una sequenza di comandi. Usato ad esempio per eseguire in automatico la serie di comandi necessari ad ottenere i permessi di root.
.ftf -> Flashtool File (o almeno suppongo che il senso sia quello), è un file che rappresenta l'immagine di un firmware stock. Flashabile via Flashtool per effettuare upgrade/downgrade del firmware.
.sh > In linea di massima rappresenta uno script, qualcosa di simile ad un file .bat. Contiene una serie di istruzioni e può essere eseguito ad esempio tramite terminale o apposite applicazioni direttamente dal telefono.
.zip -> Se non lo sapete forse è meglio se non continuate la lettura...
Fastboot mode -> Mooolto stringato: protocollo atto a flashare un kernel su dispositivi Android.
File manager -> Applicazione che permette di visualizzare le cartelle presenti sulla memoria del dispositivo. Io uso ad esempio ES File Manager.
Firmware -> Facciamo così, leggetelo come "versione software". Vi avviso che non è una definizione corretta, anzi qualcuno potrebbe addirittura offendersi tanto è imprecisa, ma per l'uso che farò del termine dovrebbe andare più che bene.
Flashtool -> Programma usato per flashare firmware sul dispositivo. Reperibile QUI.
Flashare -> Leggetelo come "installare" e non se ne parli più.
Flashmode -> Protocollo atto a flashare un firmware.
FOTA -> Vedi OTA.
Hash md5 -> In breve, stringa che identifica univocamente un file. Usato per confermare l'integrità di un determinato file.
Kernel -> Qui andiamo sul moooooooooooolto stringato: cuore del sistema operativo, coordina l'interazione hardware/software. No kernel, no party.
OTA -> (Firmware) Over The Air. Un aggiornamento OTA viene eseguito senza collegare il telefono al PC. Il telefono scarica i file necessari e li installa, autoaggiornandosi.
Overclock(ing) -> Pratica che consiste nell'aumentare la frequenza di clock del processore, ottenendo in alcuni casi performance migliori ma rischiando, soprattutto se poco esperti, di danneggiare i componenti interni del telefono (clock maggiore -> più calore dissipato -> cena a base di fonduta di circuiti).
Partizione TA (Trim Area) -> Stringatino: partizione del telefono che contiene una serie di importanti informazioni: tra queste quella che più ci interessa è lo stato dei DRM (attivi/inattivi) e del bootloader (sbloccato/mai sbloccato).
PC Companion -> Programma di casa Sony pensato per gestire lo smartphone, ad esempio per creare backup o aggiornarlo. Al primo collegamento dello smartphone al PC viene chiesto se lo si vuole installare. Raccomando una risposta positiva, perché in tal modo vengono installati anche i driver per adb.
Reboot -> Se il boot è l'avvio, il reboot è il... riavvio, bravo, ma non hai alzato la mano. Sei in punizione.
Recovery -> Ambiente di lavoro avviabile in fase di boot, permette di gestire il dispositivo (operare sui file, creare backup) senza avviare il sistema operativo.
ROM -> Anche qui, come nel caso del firmware, darò una definizione tutt'altro che corretta ma che in questo ambito ritengo sia la più chiara ed immediata: diciamo che una ROM è il "pacchetto software" installato sul dispositivo. Non picchiatemi.
Root -> In sostanza, Permessi di root = Permessi di amministrazione.
Sbrandizzare -> Rimuovere le personalizzazioni che i vari operatori telefonici possono decidere di inserire nel software (animazioni in fase di boot, applicazioni preinstallate eccetera).
Script -> Serie di comandi da far eseguire al dispositivo automaticamente.
SO -> Acronimo per Sistema Operativo.
Stock -> Leggete "Così come mamma Sony l'ha fatto"
SUS -> Acronimo per Sony Update Service: programma di casa Sony pensato per gestire unicamente l'aggiornamento del dispositivo. Reperibile QUI.
XDA -> XDA Developers, comunità di sviluppatori provenienti da tutto il mondo che sviluppa software per praticamente qualsiasi dispositivo Android (e non solo). Il forum XDA è una fonte quasi inesauribile di informazioni se si ha la pazienza di cercare e se si conosce un minimo di inglese.


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 01:58
 
#3
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Flashare una ROM stock utilizzando Flashtool

Flashare una ROM stock è un'operazione più facile a farsi che a dirsi: consiglio quindi di leggere prima l'intero post per farvi un'idea, per poi passare a mettere in pratica le istruzioni.

Ogni ROM stock può essere "impacchettata" in un unico file, con estensione .ftf, che contiene tutti i file necessari e sufficienti ad eseguire il software sul telefono. La ROM può essere flashata sul vostro smartphone utilizzando un tool sviluppato da un paio di utenti di XDA (al momento credo che lo sviluppo sia seguito solo da androxyde, ma potrei sbagliarmi). Parliamo ovviamente di Flashtool.
L'operazione eseguita da Flashtool è praticamente la stessa che viene effettuata dai software Sony (PC Companion o Sony Update Service) quando viene eseguito un aggiornamento (o riparazione) del software.

Quando utilizzare Flashtool
- Effettuare un downgrade ad una versione precedente del firmware, perché magari la più recente è buggata.
- Aggiornare ad una versione firmware non ancora rilasciata ufficialmente nella nazione di provenienza del vostro smartphone.
- Creare un backup del vostro firmware prima di flasharne un altro, in modo da poter sempre riportare il telefono alle condizioni di fabbrica con pochi click.
- Sbrandizzare il telefono.
- Sbloccare il bootloader.
- Flashare un kernel.

DISCLAIMER
L'utilizzo di Flashtool è fondamentalmente semplice, e non dovrebbe portare a conseguenze nefaste. Se per caso (ma ne dubito) doveste danneggiare il vostro terminale, declino ogni responsabilità.

IMPORTANTE
Il vostro telefono, appena comprato, è dotato di una versione software distribuita per il paese di provenienza del telefono stesso. Sony distribuisce in varie regioni del mondo numerosi firmware definiti generici, le cui caratteristiche di base sono sempre le stesse. Troveremo quindi un firmware tedesco, uno svizzero, uno francese e così via. Possono variare le app preinstallate, ma dovete tenere presente che tutti i telefoni funzionano con tutti i firmware, e non avrete problemi di alcun genere flashando il firmware indiano o croato o russo. Esistono poi i firmware brandizzati, in italia potremo quindi trovare ad esempio il firmware TIM, quello Vodafone, quello Wind e così via.
Perché questo concetto è importante? Perché tecnicamente l'utilizzo di Flashtool invalida la garanzia. Praticamente, però, quello che fa Flashtool è indistinguibile da quello che fanno i software di aggiornamento Sony. Quindi portando il telefono in assistenza nessuno dovrebbe accorgersi che avete modificato il software del telefono. TUTTAVIA, proprio perché ci sono tanti firmware diversi per varie regioni, se flashate il firmware di una regione (o di un brand) differente c'è una minuscola possibilità che qualcuno in assistenza se ne accorga e ve lo contesti. Se vi devo dire che ci credo... no, onestamente non ci credo. Figurarsi se vanno a controllare la concordanza tra firmware e seriale del telefono.
In ogni caso, per bypassare questo potenziale problema consiglio sempre di creare un backup del firmware originale del telefono, da riflashare all’occorrenza prima di spedirlo in assistenza in modo da fregare anche i più attenti.
Vi rimando quindi al post successivo per imparare a creare tale backup

Cosa fare prima di cominciare ad usare Flashtool
- Innanzitutto, scaricate l'ultima versione del programma da QUI. Esistono versioni per Windows, Mac e Linux. Il mio tutorial, per dovere di cronaca, si basa sulla versione Windows (0.9.11.0).
- Una volta installato il programma, bisogna installare i driver necessari al suo utilizzo. Per farlo recatevi nella cartella di installazione ed entrate in \Flashtool\drivers. Avviate l'eseguibile e seguite le istruzioni per installare i driver della modalità flashmode (e già che ci siamo anche fastboot). Se Windows dovesse notificare (anche più di una volta) che i driver non sono attendibili, voi scegliete comunque di proseguire.
*Windows 8 potrebbe creare più problemi del previsto durante l'installazione dei driver: leggete QUI (guida in inglese) se doveste incontrare "resistenza".
- Ricordate che per usare Flashtool dovrete aver installato anche i driver adb per il vostro telefono. Installate PC Companion collegando il telefono al PC e tali driver verranno installati automaticamente.

Prima di cominciare a flashare
- Il primo passo da fare è (ma pensa!) quello di procurarsi la ROM desiderata in formato .ftf. Il mio consiglio è quello di chiedere nel thread dedicato al vostro modello, o eventualmente di cercare su Google o XDA.
- Una volta recuperato il file .ftf, spostatelo nella cartella d'installazione di Flashtool, più precisamente in \Flashtool\firmwares. Ora siete pronti per cominciare.
IMPORTANTE: Durante l'uso di Flashtool, assicuratevi che PC Companion o Sony Update Service non siano attivi sul computer. PC Companion, in particolare, tende ad avviarsi all'avvio di Windows. Nella barra di Windows, in basso a destra, cercatene l'icona. Se è presente, cliccate su di essa col tasto destro del mouse e selezionate Esci. Altrimenti i programmi potrebbero andare in conflitto.
- Innanzitutto, controllate se Flashtool riconosce il vostro telefono. A cellulare spento, attaccate il cavo USB al computer e poi, tenendo premuto il tasto Volume Giù, collegate il cavo alla presa del telefono. Verranno installati i driver, Flashtool vi dirà "Device connected in flashmode" e il LED si accenderà in VERDE.
- Se tutto funziona come dovrebbe, disconnettete il telefono e procedete.

Come flashare una ROM
- Assicuratevi che la batteria del telefono sia carica almeno al 50%.
- A telefono scollegato, avviate Flashtool. Selezionate la prima icona in alto a sinistra, quella del fulmine, e scegliete "Flashmode". Nella nuova finestra, all’interno della colonna sinistra, vedrete l'elenco dei firmware disponibili, ossia quelli che avete scaricato e piazzato nella cartella \Flashtool\firmwares.
- Alla voce Device vedrete il modello per il quale quella ROM è designata. Alla voce Version è indicata la versione firmware. La voce Branding dà informazioni sulla tipologia del firmware (qualcosa come “no brand UK”, “TIM ITA” eccetera).
- Selezionate il firmware che volete flashare: nella colonna centrale (Content) vedrete l'elenco di tutto il contenuto del file .ftf. Normalmente non dovrete farci troppo caso.
- Nella colonna di destra, avrete un po' di opzioni: alla voce "Wipe” si legge:
- Data
- Cache
- Appslog
Quella che può realmente interessarvi è Data. Mantenendo selezionata questa voce, durante l'installazione verranno cancellati tutti i dati personali salvati sul telefono, ossia: Impostazioni varie ed eventuali; Contatti; SMS; Account e-mail, facebook eccetera; App installate. I dati salvati sulla SD non verranno toccati, quindi foto, video, documenti eccetera rimarranno salvi. Stesso dicasi per la memoria di massa interna.
Consiglio
- Se state effettuando un update, potete deselezionare Data in modo da mantenere i vostri dati.
- Se state effettuando un downgrade ad una versione immediatamente precedente del firmware basata sulla medesima versione Android potreste deselezionare Data in modo da mantenere i vostri dati.
- Se state effettuando un downgrade ad una versione Android precedente, vi sconsiglio di deselezionare Data. Manterreste i dati, ma potreste andare incontro a qualche problema di compatibilità tra dati “nuovi” e versione Android “vecchia”.
- In qualsiasi caso, il mio consiglio è quello di mantenere sempre la spunta su Data. Ciò comporta la perdita dei dati personali, ma il telefono esce dall’operazione praticamente nuovo, quindi spesso più reattivo e normalmente esente da qualsiasi tipo di bug.
- Se lasciate il segno di spunta su Data, assicuratevi di aver fatto un backup dei dati importanti: i contatti si possono salvare sulla SD direttamente dal menu della rubrica. Gli SMS, se ci tenete, si possono salvare sulla SD con app tipo SMS Backup and Restore. Le impostazioni le modificherete nuovamente al riavvio, le app le reinstallerete. Se volete fare un backup dei dati delle app potete usare ad esempio Titanium Backup (sono necessari i permessi di root).
- Nella sezione Exclude non toccate nulla, dato che l’intenzione è quella di installare la ROM completa. Diciamo che in generale non dovrete mai modificare nulla qui. Lasciate stare anche la voce "No final verification".

Pronti?
-Bene. Ora che tutto è settato a dovere, cliccate “Flash” in basso a destra. Il programma elaborerà i dati per un tempo che va dai pochi secondi al minuto, poi vi chiederà di collegare il telefono in flashmode. Fate come già spiegato: a cellulare spento, inserite il cavo USB nel PC e poi, tenendo premuto il tasto Volume Giù, collegate il telefono. Il procedimento comincerà immediatamente. Alla fine il programma vi dirà che il processo è terminato e che il telefono è stato riavviato. Viene però riavviato in flashmode, quindi spento e col LED verde acceso.
-Scollegate ed accendete il telefono.
-Il primo avvio durerà qualche minuto... non preoccupatevi. Alla fine avrete il vostro telefono come nuovo (se avete cancellato anche i dati) o come vecchio (se non l'avete fatto) ma con un firmware diverso.

That's all, folks!


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto

Ultima modifica di Niko849 : 04-04-2014 alle ore 02:17.
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 01:59
 
#4
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Creare un backup del firmware del telefono in formato .ftf

*DISCLAIMER*
Se friggete il telefono durante la procedura la colpa non è mia. Io seguo questi step da una vita e non ho mai avuto problemi. Se succede qualcosa, o siete sfortunati o siete imbranati

Per creare un backup del firmware di un qualsiasi modello Xperia, procedete come segue:

- Installate SUS, avviatelo, collegate il telefono come viene spiegato (in flashmode, basta seguire le istruzioni): verrete probabilmente avvisati che il telefono è già aggiornato. Verrà quindi chiesto se si vuole effettuare una riparazione del software.
*Se è già disponibile un aggiornamento del firmware, SUS scaricherà automaticamente la nuova versione. Potrete quindi creare un backup del nuovo firmware, ma non del vecchio*

Se accettate, il telefono verrà ripristinato ai dati di fabbrica: verranno persi tutti i dati (tranne quelli su SD - esterna od anche interna che sia).

Effettuate quindi un backup dei dati sensibili prima di procedere. I contatti si possono salvare sulla SD direttamente dal menu della rubrica. Gli SMS, se ci tenete, si possono salvare sulla SD con app tipo SMS Backup and Restore. Le impostazioni le modificherete nuovamente al riavvio, le app le reinstallerete. Se volete fare un backup dei dati delle app potete usare ad esempio Titanium Backup (sono necessari i permessi di root).
*SUS comunque avvisa dell'imminente cancellazione dei dati*

- Accettate di riparare il software. SUS comincerà a scaricare il firmware del telefono (se il telefono è un no brand ita, scaricherà il fw no brand ita. Se è brand TIM scaricherà il firmware brand TIM. Se avete flashato precedentemente un firmware albanese scaricherà il firmware albanese. E così via). Alla fine del download flasherà il firmware.
FINE PRIMO TEMPO

*COFFEE TIME*
Per l'appunto, fatevi un bel caffè mentre SUS completa la procedura.

SECONDO TEMPO
- Navigate nella cartella di installazione di SUS e cercate la sottocartella blob_fs (la mia ad esempio è in \Update Service\db\13740270\blob_fs). La cartella contiene un bel po' di file.
- Ordinateli per grandezza. Prendete i più grandi (sono generalmente tre o quattro, uno nell'ordine delle centinaia di MB, uno nell'ordine delle decine di MB, gli ultimi nell'ordine dei KB) e copiateli in una cartella sul Desktop o in una qualsiasi destinazione a scelta. Evitate i file chiamati ICON_qualcosa.
*Se avete usato SUS per aggiornare o riparare altri dispositivi Sony, saranno presenti nella cartella \blob_fs più file "papabili". Per individuare i file appena creati, ordinateli semplicemente per data di ultima modifica: i più recenti che non si chiamino ICON_qualcosa sono i file che cercate*

- Scaricate, installate e avviate Flashtool. Selezionate il tab Tools, e da lì SEUS Decrypt.
- Nel campo Souce folder inserite naturalmente la cartella in cui avete precedentemente copiato i tre file. Questi compariranno nella colonna Available files. Selezionateli e spostateli nella colonna Files to convert. Cliccate Convert. Flashtool comincerà (indovinate? ) a convertire i file.
- Dopo un po' (il progresso dell'operazione non viene segnalato in alcun modo, abbiate pazienza e fiducia) si aprirà una nuova finestra: passate tutte le entry a sinistra (Folder list) nella colonna a destra, (Firmware content).
- Nei tre campi di testo inserite:
Device -> Il modello del telefono (qualsiasi cosa purché basti a riconoscerlo: ad esempio Z1, Honami, C6903, indicano tutti lo stesso modello).
Branding -> La brandizzazione (esempio: TIM ITA, NO BRAND UK).
Version -> La versione del firmware (ad esempio 12.1.A.1.201)
- Cliccate Create. Il file .ftf verrà creato nella cartella d'installazione di Flashtools, precisamente in \Flashtools\firmwares

Et voilà


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto

Ultima modifica di Niko849 : 04-04-2014 alle ore 02:18.
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 01:59
Pubblicità
Vecchio 04-04-2014, 02:01
 
#5
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Effettuare il downgrade ad una versione firmware precedente

La procedura di downgrade consiste semplicemente nel flashare tramite Flashtool un firmware precedente a quello attualmente installato sul terminale. Ciò che dovete fare è quindi, essenzialmente:

- Procurarvi il file .ftf del firmware desiderato
- Flashare il firmware seguendo l'apposita GUIDA

Tenete sempre presente che in caso di downgrade, soprattutto se passate da una versione Android ad una precedente (ad esempio dalla 4.4 alla 4.3, dalla 4.3 alla 4.1 e così via) vi conviene fare un bel resettone lasciando selezionata la voce Wipe Data.
L'argomento è comunque trattato più estesamente nella guida che ho già segnalato


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto

Ultima modifica di Niko849 : 04-04-2014 alle ore 02:18.
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:02
 
#6
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Sbrandizzare lo smartphone

La brandizzazione da parte dei vari carrier telefonici consiste generalmente nella personalizzazione del firmware con l'inserimento di svariate app preinstallate e - spesso - non disinstallabili senza permessi di root. Aggiungiamo magari un'animazione di boot recante il logo della compagnia e dovremmo avere il quadro completo.
Nulla di tragico, ovviamente, anche perché in genere buona parte delle applicazioni può essere disattivata nelle ultime versioni di Android, ma c'è, c'è sempre stato e sempre ci sarà (eccomi, presente!) chi preferisce eradicare il problema alla base.
In realtà il procedimento è semplicissimo e consiste nel flashare un firmware senza brand. Dovrete quindi necessariamente fare ricorso a Flashtool.

Come sbrandizzare
- Per prima cosa, procuratevi il firmware no brand in formato .ftf. Vi suggerisco di chiedere nei thread dedicati al vostro smartphone, o eventualmente di cercare su Google o XDA.
- Andrà bene qualsiasi firmware no brand, ma ovviamente se siete ultra-pignoli (rieccomi, presente!) potreste preferire direttamente il no brand italiano, laddove sia possibile reperirlo.
- A questo punto utilizzate Flashtool (GUIDA) per flashare il firmware no brand: et voilà, il vostro telefono sarà più bello e pulito di quanto lo sia mai stato

Suggerisco di fare un bel formattone (tenendo selezionata la voce Wipe Data) in modo da ripulire la memoria dai dati delle applicazioni del brand. La cosa migliore sarebbe secondo me attendere il rilascio di un aggiornamento software e flashare direttamente il firmware no brand anziché quello brandizzato (anche perché generalmente - non sempre - i firmware generici vengono rilasciati prima).

E questo e tutto, buon flash


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:03
 
#7
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Verificare lo stato del bootloader, dei DRM e della garanzia

Conoscere lo stato del bootloader è fondamentale per stabilire se la garanzia del telefono sia ancora valida o meno. Lo sblocco del bootloader invalida immediatamente ed irrimediabilmente la garanzia, cancellando inoltre le chiavi DRM ed impedendo a PC Companion e SUS di installare aggiornamenti. Se è vero che ribloccando il bootloader (ad esempio con Flashtool) l'ultimo problema si risolve (ossia i software Sony riconoscono nuovamente il telefono), per i primi due non esiste una soluzione: DRM e garanzia risultano persi definitivamente.

Quando è utile effettuare un simile controllo
- Quando volete acquistare un usato. Sempre meglio controllare, poiché se il venditore fornisce lo scontrino per la garanzia ma ha sbloccato il bootloader voi dello scontrino non ve ne fate nulla. Idem se il bootloader è stato sbloccato e poi ribloccato.
*E fidatevi, di casi come questo se ne verificano parecchi, basta avere l'occhio allenato per riconoscere le inserzioni "dubbie".
- Quando volete essere certi che il ripristino della partizione TA (se ne parlerà più avanti) sia andato a buon fine, rigenerando garanzia e DRM.
- Varie ed eventuali situazioni.

Come controllare lo stato del bootloader
- Aprite il dialer (il tastierino telefonico) e digitate *#*#7378423#*#* (immaginate di scrivere *#*#SERVICE#*#*, così è più facile da ricordare).
- Nel menu che si apre selezionate Service Info, poi Configuration.
- La voce Rooting status indica lo stato del bootloader: possono presentarsi tre scenari.
1) Bootloader unlock allowed: NO
Il bootloader è bloccato e non sbloccabile, probabilmente a causa di una brandizzazione piuttosto pesante.
2) Bootloader unlock allowed: YES
Il bootloader è bloccato e sbloccabile.
ATTENZIONE: Questa voce non dà alcuna informazione sullo stato della garanzia e dei DRM. Il bootloader potrebbe essere stato sbloccato e poi ribloccato con Flashtool, e in tal caso la garanzia sarebbe nulla.
3) Bootloader unlocked: YES
Il bootloader è sbloccato.

*Attenzione a non confondere le voci 2 e 3.
La voce al punto 2 significa letteralmente "Sblocco bootloader consentito: SÌ". Bootloader bloccato e sbloccabile.
La voce al punto 3 significa "Bootloader sbloccato: SÌ". Bootloader sbloccato.


Come verificare lo stato della garanzia e dei DRM
- Aprite il menu Service digitando nel dialer *#*#7378423#*#*.
- Selezionate Service tests, poi Security.
- Le voci MARLIN e WMLA indicano lo stato dei DRM (e della garanzia).
Una dicitura di questo tipo:
Codice:
MARLIN [Key OK][ACTIVE] WMLA [Key OK][ACTIVE]
indica che garanzia e DRM sono a posto: il bootloader non è mai stato sbloccato, o eventualmente è stato sbloccato e poi ribloccato ripristinando un backup della TA.
Se invece leggete qualcosa come:
Codice:
MARLIN [Unknown Error][Active] WMLA [Unknown Error][Active]
allora garanzia e DRM sono andati, e possono essere ripristinati solo se si è in possesso di un backup della TA precedente allo sblocco.

Questi due controlli possono essere fatti al volo in meno di trenta secondi e danno un'idea precisa dello stato reale del telefono: se incontrate qualcuno per una trattativa, verificate prima di acquistare


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:05
 
#8
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Creare e ripristinare un backup della TA

La TA (Trim Area) contiene numerose informazioni riguardo il vostro dispositivo, alcune abbastanza inutili ai nostri fini, altre parecchio importanti. Tra queste ultime possiamo annoverare senz'altro i dati riguardanti lo stato del bootloader e dei DRM.
Nella fattispecie, quando il bootloader del dispositivo viene sbloccato la TA subisce una importante modifica che segnala l'avvenuta operazione e la conseguente perdita dei DRM. Tale condizione è normalmente irreversibile, poiché anche ribloccando il bootloader la partizione non viene riportata allo stato iniziale.
Ciò significa che lo sblocco del bootloader implica normalmente la perdita definitiva della garanzia e dei DRM.
La perdita della garanzia comporta ovviamente l'obbligo di pagare per ottenere assistenza in seguito ad un malfunzionamento software.
La perdita dei DRM comporta invece l'impossibilità di utilizzare alcuni strumenti multimediali quali il Bravia Engine/X Reality o il download automatico delle informazioni musicali tramite l'applicazione Walkman.

La soluzione? Tanto banale quanto efficace: effettuare un backup della TA prima di sbloccare il bootloader, e poi eventualmente ripristinare tale backup per ribloccare il bootloader riottenendo garanzia e DRM.*

*Il "trucchetto" funziona solo a partire dalla serie Xperia 2012. I precedenti modelli non vanno inclusi nell'elenco dei dispositivi compatibili.
*Sia il backup che il ripristino della TA abbisognano dei permessi di root.

DISCLAIMER
La TA è essenziale per il corretto funzionamento del telefono: fare casini significa morte certa del terminale. Il tool che vi presento effettua ripetuti e minuziosi controlli in tutte le fasi del suo utilizzo, quindi il rischio d'errore è minimo. Ciononostante declino ogni responsabilità: ciò che fate con il vostro telefono è affar vostro, e lo fate a vostro rischio e pericolo.

IMPORTANTE
1) Tu, furbacchione, sì proprio TU, parlo con te, tu che hai subito pensato "Ho già sbloccato il bootloader perdendo garanzia e DRM, adesso prendo il backup fatto con un altro telefono del mio stesso modello e lo schiaffo sul mio!"
Non farlo.
Ripristinare il backup della TA di un telefono diverso, seppure dello stesso modello, porta immediatamente a brickare il telefono. Irrimediabilmente. Hard brick, quindi se lo fai il telefono finisce poi necessariamente in assistenza.

2) Una volta creato, il backup può essere riutilizzato sempre, qualsiasi sia il firmware installato sul telefono. Il che significa che se fate un backup e poi aggiornate, che sia un aggiornamento minimo di versione firmware oppure il passaggio da Android 2.3 ad Android 8.98, potrete comunque riutilizzare lo stesso backup. Questo perché gli aggiornamenti non intaccano la TA.

3) La TA non è immutabile. Contiene numerose informazioni e log vari, quindi il suo contenuto cambia in parte abbastanza spesso, soprattutto al reboot del telefono. Tali informazioni non sono però di vitale importanza, e dunque ripristinare un backup vecchio anche di un paio d'anni non comporta rischi.
*Corollario*
Se create più backup (cosa possibile ma fondamentalmente inutile per quanto detto al punto 2), potreste accorgervi che gli hash md5 non corrispondono, giungendo alla conclusione che i due backup sono diversi. Questa cosa è normale, proprio perché la partizione non resta sempre uguale a se stessa. Nulla di preoccupante.

Come creare un backup della TA
- Visitate il thread di DevShaft su XDA e scaricate il tool apposito (siamo attualmente alla versione 9.10, il consiglio è quello di utilizzare sempre la versione più recente).
- Estraete il file .zip.
*Importante: Assicuratevi che PC Companion, Flashtool e qualsiasi programma pensato per interagire con il telefono non siano attivi.
- Assicuratevi di avere i permessi di root!
- Attivate il debug USB nelle impostazioni sviluppatore del telefono.
- Collegate il telefono, acceso, al PC.
- Avviate il file Backup-TA.bat.
- Premete un tasto per continuare

A questo punto dovrete premere il numero corrispondente all'operazione che volete eseguire:
1) Backup
Il programma cerca la partizione e ne crea una copia di backup. Il processo avviene in più passaggi, con una serie di controlli a cascata che rendono praticamente inverosimile il sopraggiungere di errori (gli hash md5 della TA e della copia di backup vengono controllati a più riprese per assicurare la loro perfetta equivalenza). Il backup viene copiato nella cartella Backup contenuta all'interno della cartella del programma.
2) Restore
Il programma controlla tramite l'hash md5 che il backup sia integro, poi lo sposta sul telefono e lo sostituisce alla TA, sovrascrivendola e ripristinando il backup. Anche in questo caso controlli a tappeto in più riprese evitano (dovrebbero verosimilmente evitare) l'insorgere di errori durante il processo.
3) Dry run
Il programma simula tutti i passaggi tipici del ripristino del backup, salvo l'ultimo: esegue quindi tutti i controlli del caso, ma poi non sovrascrive la partizione.
Fondamentalmente serve solo a controllare che tutto funzioni come si deve
4) Convert old backup
Converte un backup creato con una versione del tool precedente alla 4 in un formato utilizzabile dalle versioni successive.
Inutile se ci si appresta ad utilizzare il tool per la prima volta adesso, dato che siamo alla versione 9.
- Selezionate quindi l'opzione 1 e date l'ok alla richiesta di una conferma, poi attendete qualche secondo affinché il processo venga portato a termine.

*Dato che repetita iuvant, ribadisco che sia per creare (punto 1) che per ripristinare (punto 2) un backup sono necessari i permessi di root.

Come ripristinare un backup della TA
- Prima di tutto, flashate un firmware stock.
- Assicuratevi che sul telefono sia installato un kernel stock!
*Se approfittando del bootloader sbloccato avete flashato un kernel non stock, tenete presente che IL RIPRISTINO DEL BACKUP RIBLOCCHERÀ AUTOMATICAMENTE IL BOOTLOADER. In presenza di un kernel non stock, il bootloader fallirà nell'avviare il kernel e il telefono andrà in bootloop. Bisognerà poi spegnerlo e flashare un kernel stock. Quindi tanto vale flasharlo prima.
- Assicuratevi di avere i permessi di root e di aver attivato il debug USB nelle impostazioni sviluppatore.
- Collegate il telefono acceso al PC.
- Avviate il file Backup-TA.bat.
- Selezionate l'opzione 2, poi il backup che volete ripristinare (l'elenco riporta tutti i backup presenti nella cartella Backup).
- Attendete qualche secondo che il processo vada a buon fine.
- Riavviate il telefono!

A questo punto per controllare se DRM e garanzia sono stati ripristinati fate semplicemente un salto nel menu di servizio, come spiegato QUI


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:08
 
#9
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Sbloccare e ribloccare il bootloader senza perdere garanzia e DRM

Una volta appurato che:
- Lo sblocco del bootloader invalida permanentemente la garanzia
- Le informazioni riguardanti lo sblocco del bootloader sono contenute nella TA
- È possibile creare un backup della suddetta partizione per poi ripristinarlo in seguito

basta fare 2+2 per capire che esiste effettivamente un modo per sbloccare il bootloader e poi ribloccarlo riottenendo la garanzia e i DRM.

DISCLAIMER
Mettere mano al bootloader o alla TA è sempre un po' rischioso. Statisticamente, dunque, mettere mano al bootloader e alla TA fa aumentare i rischi. Le procedure che illustro sono stra-testate e funzionanti, ma il destino avverso è dietro l'angolo, quindi declino ogni responsabilità per danni di qualsiasi genere ai vostri terminali.

Come riottenere garanzia e DRM dopo lo sblocco del bootloader
- Fondamentale: prima di sbloccare il bootloader, dovete creare un backup della TA (GUIDA).
*Se avete già sbloccato il bootloader senza aver prima creato un backup, NON potrete mai riottenere i DRM!
**Allo stesso modo, NON potete creare un backup con un altro telefono e ripristinarlo sul vostro, pena hard brick istantaneo!
- Dopo aver creato il backup della TA passate allo sblocco del bootloader (GUIDA).
- Dopo lo sblocco, DRM e garanzia saranno momentaneamente persi.
- Quando deciderete di ribloccare il bootloader, dovrete semplicemente ripristinare il backup della TA (GUIDA). Il ripristino ribloccherà automaticamente il bootloader, ripristinando garanzia e DRM.

NOTE
- Il ripristino riblocca il bootloader automaticamente: NON dovrete ribloccare il bootloader e poi ripristinare il backup. Ripristinatelo direttamente.
- NON è possibile usufruire dei DRM quando il bootloader è sbloccato. Se ripristinate il backup della TA ribloccate il bootloader, e se nel frattempo avete flashato una ROM e un kernel non stock vi ritrovate con il telefono (soft)brickato, in bootloop. Dovete poi riflashare un .ftf via Flashtool per farlo tornare in vita.
- Di conseguenza: NON è possibile usufruire di Bravia Engine/X-Reality sulle varie CyanogenMod, PAC, Omnirom et cetera, et cetera.

Buon flash


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto

Ultima modifica di Niko849 : 04-04-2014 alle ore 02:13.
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:09
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Sbloccare il bootloader

Dopo aver minuziosamente sviscerato tutti gli argomenti correlati, vediamo ora come sbloccare questo benedetto bootloader.

Perché sbloccare il bootloader
- Volete flashare un kernel non stock per migliorare le prestazioni del telefono
- Volete flashare un kernel con recovery per rootare/moddare il telefono
- Volete flashare una ROM non stock (che si appoggi ad un kernel non stock)

Kernel, kernel, sempre questo benedetto kernel
Sì, perché il punto è esattamente questo: il bootloader si occupa di avviare il kernel in fase di boot, e se è bloccato gli è permesso avviare soltanto kernel stock, ossia per così dire rilasciati da Sony con una particolare firma digitale. Volendo potete flashare tramite flashtool un qualsiasi kernel contenuto in un file .ftf, quindi che sia stock.
Gli sviluppatori creano molti nuovi kernel, sia a partire da quelli stock che da zero, ma nessuno di questi avrà quella determinata firma digitale: il bootloader non accetterà di avviarli, anzi non potrete neppure flasharli. Dovrete quindi sbloccare il bootloader, anche se l'intenzione è quella di mantenere la ROM stock cambiando solo il kernel.
ROM particolarmente diverse da quella stock (ad esempio Cyano, Omnirom, tutte quelle basate su AOSP eccetera) non possono appoggiarsi al kernel stock, che non sarebbe in grado di garantirne il funzionamento: per provare queste ROM bisogna quindi flashare un kernel apposito, e dunque anche in questo caso sbloccare il bootloader.

DISCLAIMER
Il bootloader è qualcosa di delicato, se fate casini il telefono potrebbe uscirne completamente morto e da buttare. La guida che vi presento è come al solito testata da milioni di utenti, ma non si sa mai, quindi declino ogni responsabilità per danni derivanti dalla procedura di sblocco.

IMPORTANTE
- La procedura di sblocco NON abbisogna dei permessi di root.
- La procedura di sblocco CANCELLA TUTTI I DATI PERSONALI, quindi prima di procedere assicuratevi di aver creato un backup dei dati importanti: i contatti si possono salvare sulla SD direttamente dal menu della rubrica. Gli SMS, se ci tenete, si possono salvare sulla SD con app tipo SMS Backup and Restore. Le impostazioni le modificherete nuovamente al riavvio, le app le reinstallerete. Se volete fare un backup dei dati delle app potete usare ad esempio Titanium Backup (sono necessari i permessi di root).
- Il consiglio, prima di sbloccare il bootloader, è ovviamente quello di creare un backup della TA (GUIDA).

Prima di iniziare la procedura di sblocco
- Cliccate QUI e seguite le istruzioni. Selezionate Yes, I'm sure e nella pagina successiva spuntate entrambe le voci. Cliccate I accept.
- Nella nuova pagina dovrete inserire il vostro nome (Pincopallo andrà benissimo), l'IMEI del telefono e un indirizzo e-mail al quale verrà recapitato il codice di sblocco.
*Per visualizzare l'IMEI digitate nel dialer *#06#.
- Annotate il codice di sblocco inviato all'indirizzo e-mail prescelto.

Flashtool
Fra le altre cose, Flashtool permette di sbloccare il bootloader utilizzando una procedura automatica.
*In realtà io ho sempre fatto tutto manualmente da riga di comando, quindi se dovessero esserci imprecisioni nei prossimi passaggi fatemelo notare!

Preparativi
- Innanzitutto, scaricate l'ultima versione del programma da QUI.
- Una volta installato il programma, bisogna installare i driver necessari al suo utilizzo. Per farlo recatevi nella cartella di installazione ed entrate in \Flashtool\drivers. Avviate l'eseguibile e seguite le istruzioni per installare i driver della modalità fastboot (e già che ci siamo anche flashmode, se non l'avete già fatto). Se Windows dovesse notificare (anche più di una volta) che i driver non sono attendibili, voi scegliete comunque di proseguire.
*Windows 8 potrebbe creare più problemi del previsto durante l'installazione dei driver: leggete QUI (guida in inglese) se doveste incontrare "resistenza".
- Ricordate che per usare Flashtool dovrete aver installato anche i driver adb per il vostro telefono. Installate PC Companion collegando il telefono al PC e tali driver verranno installati automaticamente.

Sbloccare il bootloader con Flashtool
- Innanzitutto, controllate se Flashtool riconosce il vostro telefono. A cellulare spento, attaccate il cavo USB al computer e poi, tenendo premuto il tasto Volume Su, collegate il cavo alla presa del telefono. Verranno installati i driver e il LED si accenderà in BLU.
- Se tutto funziona come dovrebbe, disconnettete il telefono e procedete.
- Accendete il telefono, assicuratevi di aver attivato il debug USB nelle impostazioni sviluppatore e collegatelo al PC.
- In Flashtool selezionate l'icona con la dicitura "BLU" (BootLoader Unlock). Vi verrà chiesto di scollegare il telefono, spegnerlo e collegarlo in flashmode (collegate il cavo tenendo premuto il tasto Volume Giù). Eseguite.
- A questo punto vi verrà chiesto di scollegare nuovamente il telefono e ricollegarlo in fastboot (tenendo premuto il tasto Volume Su.
- Vi verrà mostrata una finestra riportante l'IMEI del telefono: inserite il codice di sblocco inviatovi da Sony e date l'ok.
- Il telefono si riavvierà e il bootloader sarà sbloccato.
RIPETO: LO SBLOCCO CANCELLERÀ TUTTI I DATI PERSONALI. CREATE UN BACKUP DELLE INFORMAZIONI SENSIBILI.

Come ho già fatto notare, questa guida è l'unica che ho scritto senza averla testata personalmente. Ultimamente non ho molto tempo per mettermi a giocherellare col telefono, appena lo avrò ribloccherò e sbloccherò nuovamente il bootloader del mio stesso Xperia per verificare la correttezza delle informazioni.
In ogni caso ho preso spunto da vari tutorial in inglese, quindi non ho inventato nulla. Dovreste andare sul sicuro, ma volendo fare corna... leggetevi il disclaimer più in alto in questo post


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:10
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito Flashare un kernel non stock

Una volta sbloccato il bootloader, il telefono sarà pronto ad essere flashato e riflashato a non finire: quale momento migliore per testare qualche nuovo kernel? Ancora una volta, tanto per cambiare, ci verrà in aiuto Flashtool

Perché flashare un kernel
Cambiare kernel potrebbe permettere di:
- Estendere la durata della batteria
- Modificare clock e voltaggio del processore
- Aggiungere una recovery
- Aggiungere caratteristiche software extra
- Varie ed eventuali

Come scegliere un kernel
Gli sviluppatori creano e perfezionano continuamente numerosi kernel: alcuni sono più apprezzati di altri, tutti comunque sono diversi gli uni dagli altri. Dunque la domanda "qual è il kernel migliore" non ha una reale risposta.
L'unica risposta che posso darvi è: fate un giro su XDA nella sezione relativa al vostro dispositivo, provate svariati kernel e decidete quale meglio si adatta ai vostri bisogni

Preparativi
Avendo voi già sbloccato il bootloader, partirò dal presupposto che abbiate già installato tutti i driver necessari oltre a Flashtool. Dovrete quindi semplicemente procurarvi il kernel che avete intenzione di flashare. Se in formato compresso (.zip, .rar, .7z) estraetelo. Dovreste ottenere un file in formato .elf, .sin o .img.

Flashare un kernel con Flashtool
- Avviate Flashtool e cliccate sul simbolo del fulmine.
- Selezionate Fastboot mode, poi cliccate OK.
- Nella parte destra del menu, alla voce By DooMLoRD, selezionate Select kernel to flash.
- Spegnete il telefono e collegatelo al PC tenendo premuto il tasto Volume Su.
- Cercate il kernel nella cartella in cui lo avete salvato. Selezionatelo e cliccate Apri.
*Flashtool cerca automaticamente solo i file in formato .sin. Se il kernel è in formato differente selezionate quello corretto dal menu a tendina in basso, altrimenti risulterà invisibile.
- L'operazione dovrebbe durare sì e no tre secondi. Chiudete la finestra in primo piano tornando a quella principale di Flashtool e per scrupolo controllate l'output del programma.
- Scollegate il telefono e riaccendetelo.

NOTE
Flashare un kernel NON comporta la perdita dei dati personali.

Buon flash


Come sempre ogni suggerimento per migliorare il post è più che bene accetto
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:11
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito

*Riservato*
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:12
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito

*Ancora riservato*
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 02:12
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito

*Di nuovo riservato, e direi che basta e avanza*
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 04-04-2014, 14:34
 
algazel
 
L'avatar di algazel
 
Registrato il: May 2002
Età: 44
Messaggi: 3,112
Cellulari: 10
Messaggi archiviati: 2,205
Invia un messaggio via MSN a algazel
Predefinito

Nel ringraziare Niko per l'ottimo e approfondito lavoro, metto in rilievo il thread e invito tutti a postare solo per chiedere, commentare o approfondire questioni riguardanti il modding dei Sony. Messaggi OT saranno tempestivamente cancellati. Grazie.
__________________
Ciao Mitico Flick... XFC
In uso: Blackberry Priv, Lenovo Vibe X3
algazel non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 21-04-2014, 17:54
 
papuele
 
L'avatar di papuele
 
Registrato il: Nov 2008
Età: 40
Messaggi: 198
Cellulari: 2
Predefinito

Un sentito grazie per il post...davvero utile.
Ma veniamo alla mia domanda. Ho uno z1 compact in bootloop per aver seguito una guida di xda per rootare il telefono senza sbloccare il telefono (questa).
Riesco ad entrare in recovery e flashtool mi riconosce il device quando connesso in flashmode...che posso fare per tornare ad una situazione funzionante? Installare un .tft qualunque (magari anche quello da te postato su xda)? O rischierei di fare casini ben più gravi?
papuele non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 21-04-2014, 23:30
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da papuele
Un sentito grazie per il post...davvero utile.
Ma veniamo alla mia domanda. Ho uno z1 compact in bootloop per aver seguito una guida di xda per rootare il telefono senza sbloccare il telefono (questa).
Riesco ad entrare in recovery e flashtool mi riconosce il device quando connesso in flashmode...che posso fare per tornare ad una situazione funzionante? Installare un .tft qualunque (magari anche quello da te postato su xda)? O rischierei di fare casini ben più gravi?
Non sono a casa, quindi ho dato uno sguardo a quel tutorial dal telefono e non so dirti cosa esattamente tu abbia flashato e da cosa abbia origine il bootloop. In ogni caso se flashtool riconosce il telefono ti basta quasi sicuramente flashare un firmware stock da zero per risolvere
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22-04-2014, 07:33
 
papuele
 
L'avatar di papuele
 
Registrato il: Nov 2008
Età: 40
Messaggi: 198
Cellulari: 2
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Niko849
Non sono a casa, quindi ho dato uno sguardo a quel tutorial dal telefono e non so dirti cosa esattamente tu abbia flashato e da cosa abbia origine il bootloop. In ogni caso se flashtool riconosce il telefono ti basta quasi sicuramente flashare un firmware stock da zero per risolvere
Grazie infinite...proverò
papuele non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22-04-2014, 09:10
 
Niko849
 
L'avatar di Niko849
 
Registrato il: Apr 2012
Messaggi: 4,875
Cellulari: 6
Predefinito

Fammi sapere
Niko849 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 22-04-2014, 12:09
 
papuele
 
L'avatar di papuele
 
Registrato il: Nov 2008
Età: 40
Messaggi: 198
Cellulari: 2
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Niko849
Fammi sapere
Risolto con flashtool installando questo firmware.
Grazie di nuovo e ancora complimenti per il post.
papuele non è collegato   Rispondi citando
Rispondi



Strumenti discussione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum