Torna indietro   Telefonino.net Forum > Telefonia Mobile > Wind
Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 27-12-2017, 00:57
 
rosebud
 
L'avatar di rosebud
 
Registrato il: Nov 2011
Messaggi: 2,759
Cellulari:
Predefinito

Ho una sim silente Wind che ricarico ogni anno per non far scadere e sono sui 70 euro.
Da quando c'è la ricarica da 2 euro per fortuna aumenta di poco.
Mi par di capire che se un giorno volessi recuperare il credito non mi riuscirebbe.
Almeno me lo passano ad altri operatore?

rosebud non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-12-2017, 13:33
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Phoenix77
Dico solo che Wind deve stare attenta a non restituire somme dovute perché si può profilare il delitto sopra descritto.

secondo te è meglio effettuare il reclamo tramite un legale e procedere poi eventualmente con una causa legale?
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-12-2017, 13:34
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da rosebud
Ho una sim silente Wind che ricarico ogni anno per non far scadere e sono sui 70 euro.
Da quando c'è la ricarica da 2 euro per fortuna aumenta di poco.
Mi par di capire che se un giorno volessi recuperare il credito non mi riuscirebbe.
Almeno me lo passano ad altri operatore?

per quella cifra,non dovrebbero esserci problemi anche se attualmente ripeto in parecchi non stanno ricevendo nè il passaggio credito ad altro operatore nè il rimborso.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-12-2017, 13:39
 
Stury
 
L'avatar di Stury
 
Registrato il: Nov 2009
Messaggi: 2,038
Cellulari: 1
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da rosebud
Ho una sim silente Wind che ricarico ogni anno per non far scadere e sono sui 70 euro.
Da quando c'è la ricarica da 2 euro per fortuna aumenta di poco.
Mi par di capire che se un giorno volessi recuperare il credito non mi riuscirebbe.
Almeno me lo passano ad altri operatore?

Per stare sul sicuro, un po' alla volta ti conviene trasferire il credito ad un'altra Sim Wind (tua o di un amico/parente) tramite Ricarica SMS:

https://www.wind.it/privati/servizi-.../ricarica-sms/

Perdi un po' di credito nel passaggio ma almeno stai al riparo da eventuali furbate wind.
__________________
Wind = W1 + Easy con Smart 5 Gold 12Gb e 200 SMS + SSS con Giga International 20+
+Al Secondo con AI Gold 10Gb
- Vodafone = SS New con Più parli Più ti regalo+SIM Dati
Stury non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-12-2017, 13:39
Pubblicit�
Vecchio 27-12-2017, 17:12
 
iwi
Visualizza tutte le foto (2) di iwi.
Moderatore
 
L'avatar di iwi
 
Registrato il: Jun 2005
Messaggi: 19,961
Cellulari: 1
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
Il Corecom sta chiudendo le conciliazioni con mancato accordo dappertutto.
Per il resto so benissimo che c'è la definizione,ma se già in "primo grado" si comportano col menefreghismo,come ci si può fidare del loro essere superpartes?
Il fatto che Wind in conciliazione non accetti alcun accordo ci sta, spera che magari l'utente (perchè poco informato, o per altri motivi) decida di non proseguire con il secondo grado, la definzione.
Li saranno costretti a motivare il loro rifiuto e soprattutto a portare le prove, se ne hanno, che giustifichi il loro comportamento tenuto fino a quel momento.
Starà poi al Corecom della tua regione decidere con delibera, in base alle prove e documenti che produrrete (GU14 ed eventuali memorie e repliche).

PS: ricordati che la definzione va inoltrata entro massimo 90gg dalla data in cui si è tenuta la conciliazione.
iwi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-12-2017, 19:18
 
Ncell
 
L'avatar di Ncell
 
Registrato il: Nov 2017
Età: 64
Messaggi: 482
Cellulari:
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
il tuo discorso sicuramente non fa una grinza per quanti riguarda i calcoli matematici,ma ripeto una volta che accetti la richiesta di recesso e quella di rimborso,prima di effettuare la disattivazione,fai le opportune verifiche non dopo,se trovi anomalie,non cessi nemmeno la sim.
Poi il discorso "compensazione" semmai dovrebbe portare un problema all'operatore precedente,una volta che ha ceduto il credito al nuovo gestore,con quest'ultimo è bonificato e non si possono di certo contestare al cliente.
Se dalla banca A alla banca B,porto una somma di denaro,secondo te la seconda banca mi chiede da dove provengono i fondi?E poi magari mi vieta di effettuare dei prelievi?Un discorso che non sta nè in cielo nè in terra.
Inoltre perchè per la restituzione monetaria ci sono tutte queste fantomatiche storie,mentre se uno lo spende a poco a poco nei servizi,non dovrebbero esserci?Devono comunque pagare/compensare con l'altro operatore.
Ti sto dando una spiegazione, non entro nel merito se quello che fanno è legale o meno.
Il bonifico è uno dei compiti istituzionali di una banca, quindi il paragone non calza, ed in ogni caso, nessuna banca trasferisce i buoni sconto dell'Esselunga, scambiandoli per soldi veri.
Non tutti gli operatori hanno il problema che ho esposto, come non hanno tutti gli stessi bug, per rinnovi, scadenze e soglie, però è chiaro che se l'operatore A non "aiuta" l'operatore B, quando sarà lui ad avere un problema, non riceverà nessun aiuto.
In telefonia esistono anche gli accordi di recirpocità: tu non paghi nulla a me ed io non pago nulla a te, fatti per svariati motivi.
Per cui si bypassa la compensazione, e questa potrebbe essere la ragione per cui i "crediti residui" che restano su linee attive, non creano problemi, anche se trasferiti ad altro operatore.
Secondo me , il tuo amico, può solo puntare in definizione, o col GdP, sul fatto che loro devono dimostrare, che quel credito non é ricaricato, questo sicuramente un problema grosso per A e B.
Probabilmente loro puntano sul fatto che il 90% di chi ha un credito superiore ad TOT€, proviene da "magheggi" di MNP di bonus, ecc., per cui non andrà mai in giudizio e quindi ci va di mezzo anche quel 10% che ha fatto tutto regolarmente.
Il discorso che prima di chiudere una linea, devono verificare se il credito ecc., non c'entra nulla.

Ultima modifica di Ncell : 27-12-2017 alle ore 20:01.
Ncell non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28-12-2017, 00:37
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Stury
Per stare sul sicuro, un po' alla volta ti conviene trasferire il credito ad un'altra Sim Wind (tua o di un amico/parente) tramite Ricarica SMS:

https://www.wind.it/privati/servizi-.../ricarica-sms/

Perdi un po' di credito nel passaggio ma almeno stai al riparo da eventuali furbate wind.

in questo modo però potrebbero tirare fuori l'articolo 4.1 delle cgc addicendo che si tenta di raggirare con artifici i sistemi trasferendo credito alle sim altrui per un tornaconto economico.
E' anche vero che il servizio è del tutto legale e soprattutto messo in atto dalla stessa Wind e tra l'altro ha un costo di 99cent per ogni passaggio.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28-12-2017, 00:43
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da iwi
Il fatto che Wind in conciliazione non accetti alcun accordo ci sta, spera che magari l'utente (perchè poco informato, o per altri motivi) decida di non proseguire con il secondo grado, la definzione.
Li saranno costretti a motivare il loro rifiuto e soprattutto a portare le prove, se ne hanno, che giustifichi il loro comportamento tenuto fino a quel momento.
Starà poi al Corecom della tua regione decidere con delibera, in base alle prove e documenti che produrrete (GU14 ed eventuali memorie e repliche).

PS: ricordati che la definzione va inoltrata entro massimo 90gg dalla data in cui si è tenuta la conciliazione.

per quanta riguarda la definizione,purtroppo credo che almeno per ora non bisogna inoltrarla perchè il mio amico non ha mandato regolare reclamo prima di sottoporre la questione al Corecom e l'articolo 7.1 delle cgc,prevede appunto che prima della conciliazione,l'utente abbia inviato un reclamo a cui Wind ha 45gg di tempo per rispondere,quindi credo che il loro mancato accordo per provvedimento infondato,sia dovuto a questo e a quel punto non so bene se in definizione,darebbero peso a tale motivazione e non al fatto che da più di 7 mesi,non hanno ancora pagato il credito residuo delle sim cessate.
Ho detto al mio amico di ripartire da capo,inviando regolare reclamo e attendere altri 45gg e vedere gli sviluppi che produrrà poi non so se si potrà reinviare richiesta di conciliazione per lo stesso numero ma a quel punto potremmo giocarci la definizione,mettendo in evidenza il reclamo inviato.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28-12-2017, 00:50
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Ncell
Ti sto dando una spiegazione, non entro nel merito se quello che fanno è legale o meno.
Il bonifico è uno dei compiti istituzionali di una banca, quindi il paragone non calza, ed in ogni caso, nessuna banca trasferisce i buoni sconto dell'Esselunga, scambiandoli per soldi veri.
Non tutti gli operatori hanno il problema che ho esposto, come non hanno tutti gli stessi bug, per rinnovi, scadenze e soglie, però è chiaro che se l'operatore A non "aiuta" l'operatore B, quando sarà lui ad avere un problema, non riceverà nessun aiuto.
In telefonia esistono anche gli accordi di recirpocità: tu non paghi nulla a me ed io non pago nulla a te, fatti per svariati motivi.
Per cui si bypassa la compensazione, e questa potrebbe essere la ragione per cui i "crediti residui" che restano su linee attive, non creano problemi, anche se trasferiti ad altro operatore.
Secondo me , il tuo amico, può solo puntare in definizione, o col GdP, sul fatto che loro devono dimostrare, che quel credito non é ricaricato, questo sicuramente un problema grosso per A e B.
Probabilmente loro puntano sul fatto che il 90% di chi ha un credito superiore ad TOT€, proviene da "magheggi" di MNP di bonus, ecc., per cui non andrà mai in giudizio e quindi ci va di mezzo anche quel 10% che ha fatto tutto regolarmente.
Il discorso che prima di chiudere una linea, devono verificare se il credito ecc., non c'entra nulla.

anche qui leggo tantissime cose giuste che condivido a parte l'ultimo concetto "prima di chiudere la linea,non devono verificare il credito"
Se l'utente invio richiesta di recesso e contemporaneamente chiede il rimborso del credito residuo presente sulla sim,le verifiche vanno fatte prima perchè se vi fossero anomalie,il gestore è tenuto ad informare l'utente specificando che possono cessare la linea ma non rimborsare il credito residuo e a quel punto sarebbe facoltà dell'utente,proseguire o meno nella richiesta,anche perchè a quel punto lascerebbe tutto attivo e mal che vada lo sfrutta in servizi.
Se fai la "furbata" di cessare la linea(e a quel punto affermi che è tutto regolare)e poi non rimborsi il credito,passi all'appropriazione indebita.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28-12-2017, 15:55
 
Ncell
 
L'avatar di Ncell
 
Registrato il: Nov 2017
Età: 64
Messaggi: 482
Cellulari:
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
anche qui leggo tantissime cose giuste che condivido a parte l'ultimo concetto "prima di chiudere la linea,non devono verificare il credito"
Se l'utente invio richiesta di recesso e contemporaneamente chiede il rimborso del credito residuo presente sulla sim,le verifiche vanno fatte prima perchè se vi fossero anomalie,il gestore è tenuto ad informare l'utente specificando che possono cessare la linea ma non rimborsare il credito residuo e a quel punto sarebbe facoltà dell'utente,proseguire o meno nella richiesta,anche perchè a quel punto lascerebbe tutto attivo e mal che vada lo sfrutta in servizi.
Se fai la "furbata" di cessare la linea(e a quel punto affermi che è tutto regolare)e poi non rimborsi il credito,passi all'appropriazione indebita.
Se l'operatore mantiene attiva linea, contravviene alle norme che impongono di farlo entro massimo 30 giorni.
Nessuna legge prevede che prima della disattivazione si verifichi quanto è il credito, e quanto di questo credito è disponibile per il rimborso.
Non è la richiesta di restituzione del credito, che innesca la cessazione della SIM, ma viceversa.
Anche in caso di MNP, tu non devi chiedere il trasferimento della somma, e poi chiedi il rimborso tramite assegno o bonifico e non viceversa.
Ncell non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28-12-2017, 21:56
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Ncell
Se l'operatore mantiene attiva linea, contravviene alle norme che impongono di farlo entro massimo 30 giorni.
Nessuna legge prevede che prima della disattivazione si verifichi quanto è il credito, e quanto di questo credito è disponibile per il rimborso.
Non è la richiesta di restituzione del credito, che innesca la cessazione della SIM, ma viceversa.
Anche in caso di MNP, tu non devi chiedere il trasferimento della somma, e poi chiedi il rimborso tramite assegno o bonifico e non viceversa.

vedo che sei al quanto disinformato e NON conosci assolutamente le leggi in materia di restituzione del traffico,vai a leggerti un po' di delibere e poi magari ritorni da queste parti avendo le idee più chiare!
Inizia da questa:"delibera Agcom n. 416/07/CONS,
nel senso di riconoscere implicitamente in capo all'utente che recede “il diritto alla
restituzione del credito residuo o alla sua trasferibilità in caso di portabilità, escludendo
pertanto che contro la sua volontà l'operatore possa ulteriormente trattenere le relative
somme”. La stessa delibera, infatti, diffida gli operatori di telefonia mobile presenti
all'epoca sul mercato ad “ottemperare, entro il termine massimo di 45 giorni dalla notifica
della presente, all'obbligo di restituzione del credito residuo in caso di recesso ed a quello
di portabilità dello stesso credito in caso di trasferimento dell'utenza presso altro operatore,
predisponendo tutte le attività tecniche e gestionali necessarie all'adempimento dell'obbligo di leggeCiò significa che l'istante ha, in linea generale, diritto alla restituzione del proprio
credito ove (per qualunque motivo) cessi il rapporto con il proprio operatore mobile."
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 28-12-2017, 22:41
 
Ncell
 
L'avatar di Ncell
 
Registrato il: Nov 2017
Età: 64
Messaggi: 482
Cellulari:
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
vedo che sei al quanto disinformato e NON conosci assolutamente le leggi in materia di restituzione del traffico,vai a leggerti un po' di delibere e poi magari ritorni da queste parti avendo le idee più chiare!
Inizia da questa:"delibera Agcom n. 416/07/CONS,
nel senso di riconoscere implicitamente in capo all'utente che recede “il diritto alla
restituzione del credito residuo o alla sua trasferibilità in caso di portabilità, escludendo
pertanto che contro la sua volontà l'operatore possa ulteriormente trattenere le relative
somme”. La stessa delibera, infatti, diffida gli operatori di telefonia mobile presenti
all'epoca sul mercato ad “ottemperare, entro il termine massimo di 45 giorni dalla notifica
della presente, all'obbligo di restituzione del credito residuo in caso di recesso ed a quello
di portabilità dello stesso credito in caso di trasferimento dell'utenza presso altro operatore,
predisponendo tutte le attività tecniche e gestionali necessarie all'adempimento dell'obbligo di leggeCiò significa che l'istante ha, in linea generale, diritto alla restituzione del proprio
credito ove (per qualunque motivo) cessi il rapporto con il proprio operatore mobile."
Qui si parla dell'obbligo di trasferire il credito o di rimborsarlo, non di lasciare attiva la linea.
Loro non hanno adempiuto a quest'obbligo e dovranno rispondere di questo, non di aver disattivato la linea.
Ncell non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-12-2017, 16:17
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

riporto esperienza di un utente di altro forum:
"a me hanno trasferito ma solo credito parziale. una sim con 531 passati 390 e una sim con 700 passati 350 circa...
OVVIAMENTE e voglio sottolinearlo si tratta tutto di credito ricevuto in mnp non sono bonus di nessun tipo. Al momento ho aperto due reclami a cui dopo 2 settimane non ho trovato risposta da parte loro, passati i 45 giorni vado di Corecom e vediamo."
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-12-2017, 17:12
 
Ncell
 
L'avatar di Ncell
 
Registrato il: Nov 2017
Età: 64
Messaggi: 482
Cellulari:
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
riporto esperienza di un utente di altro forum:
"a me hanno trasferito ma solo credito parziale. una sim con 531 passati 390 e una sim con 700 passati 350 circa...
OVVIAMENTE e voglio sottolinearlo si tratta tutto di credito ricevuto in mnp non sono bonus di nessun tipo. Al momento ho aperto due reclami a cui dopo 2 settimane non ho trovato risposta da parte loro, passati i 45 giorni vado di Corecom e vediamo."
Concordo con quello che ha fatto l'utente, l'ho fatto anche io, lo scorso anno con 3 ottenendo, tramite assegno, poco meno di 290 € non trasferiti a Tim .
Noi stavamo discutendo del fatto che tu vuoi "invertire le cose". sostenendo che la restituzione o il trasferimento del credito diventa l'obbligo principale cui deve adempiere il gestore, per cui la MNP e la disdetta diventerebbero diritti impliciti, e non più i diritti "principali".
Ncell non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-12-2017, 18:43
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Ncell
Concordo con quello che ha fatto l'utente, l'ho fatto anche io, lo scorso anno con 3 ottenendo, tramite assegno, poco meno di 290 € non trasferiti a Tim .
Noi stavamo discutendo del fatto che tu vuoi "invertire le cose". sostenendo che la restituzione o il trasferimento del credito diventa l'obbligo principale cui deve adempiere il gestore, per cui la MNP e la disdetta diventerebbero diritti impliciti, e non più i diritti "principali".

continuiamo a non capirci...chi effettua mnp,come motivazione principale richiede il passaggio della numerazione telefonica ad altro gestore e tale procedura avviene in appena 2gg lavorativi quindi materialmente,non c'è neanche il tempo di effettuare controlli approfonditi sul credito residuo,tanto che la legge prevede fino a 8gg lavorativi successivi al passaggio,per effettuarlo.
Il caso che io ho descritto è ben diverso perchè si tratta di contestuale richiesta di rimborso del credito e di recesso dell'utenza,quindi non possono staccare la linea senza aver effettuato dapprima i vari controlli sul credito residuo da rimborsare perchè la motivazione del recesso,è quella.
Addirittura TIM ha 2 modelli differenti in cui distingue la richiesta di cessazione dell'utenza oppure la richiesta di cessazione dell'utenza con richiesta di rimborso del credito da versare tramite assegno o bonifico o passaggio su altra sim intestato allo stesso utente o ad un altro.
Inoltre tutti i discorsi effettuati sulla compensazione,ecc... sono del tutto infondati poichè ripeto una volta passato il credito dal gestore A al gestore B,quest'ultimo conferma che tutto sia ok e quel credito diventa una ricarica a tutti gli effetti.
Se poi il gestore A non versa o non compensa come detto da te il credito al gestore B,sono affaracci loro,potranno sempre non compensare il credito a loro volta o inviare formale richiesta legale ma all'utente quel credito devono assolutamente pagarlo come precisato nella delibera che ho postato sopra.
E' anche vero che non esiste una tempistica precisa per farlo e se il Corecom non si dà un'ulteriore smossa,la situazione sta diventando grottesca.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-12-2017, 19:32
 
Ncell
 
L'avatar di Ncell
 
Registrato il: Nov 2017
Età: 64
Messaggi: 482
Cellulari:
Predefinito

Io non ho le capacità e le competenze, per spiegarti la differenza tra diritto "principale" (lo virgoletto perché non so nemmeno se sia il termine corretto) e diritto implicito.
Quello che tu stai sostenendo è che il diritto "principale" (cessazione della sim) deve soccombere rispetto quello implicito (restituzione del credito).
Chi ha studiato giurisprudenza, saprà spiegarti come e perché, io non sono in grado.
Ncell non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 30-12-2017, 18:58
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da Ncell
Io non ho le capacità e le competenze, per spiegarti la differenza tra diritto "principale" (lo virgoletto perché non so nemmeno se sia il termine corretto) e diritto implicito.
Quello che tu stai sostenendo è che il diritto "principale" (cessazione della sim) deve soccombere rispetto quello implicito (restituzione del credito).
Chi ha studiato giurisprudenza, saprà spiegarti come e perché, io non sono in grado.

sono 2 cose differenti,la TIM le distingue e fa bene con moduli differenti,in wind esiste un solo modulo per la richiesta di rimborso credito successivo alla cessazione,ma io ho sempre chiesto tramite pec,la contestuale richiesta di rimborso con la cessazione,su foglio scritto da me,dando quindi la motivazione in oggetto.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01-01-2018, 16:01
 
xxfalconxx
 
L'avatar di xxfalconxx
 
Registrato il: Mar 2012
Messaggi: 1,885
Cellulari:
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
quella da te descritta è un'operazione interna,il credito viene solamente spostato da un'utenza Wind ad un'altra.
Io mi riferisco ai rimborsi monetari del credito oppure al passaggio di quest'ultimo ad altro operatore in contemporanea alla mnp.

Ma infatti te lo ho scritto
__________________
power29 all in prime Summer per te - wind1 Smart 5 gold - pm creami wow 5 gb


xxfalconxx non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01-01-2018, 16:52
 
iwi
Visualizza tutte le foto (2) di iwi.
Moderatore
 
L'avatar di iwi
 
Registrato il: Jun 2005
Messaggi: 19,961
Cellulari: 1
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da uraganostar
Il caso che io ho descritto è ben diverso perchè si tratta di contestuale richiesta di rimborso del credito e di recesso dell'utenza,quindi non possono staccare la linea senza aver effettuato dapprima i vari controlli sul credito residuo da rimborsare perchè la motivazione del recesso,è quella.
Non sono d'accordo.
La restituzione del credito residuo può avvenire solo dopo che l'utenza è stata disattivata. Disattivazione che può avvenire:

1) per recesso espressamente richiesto dal cliente (tuo caso),
2) per scadenza naturale della sim (mancanza di ricarica degli ultimi 13 mesi),
3) per MNP uscente.

Esiste un ulteriore e ultimo caso di disattivazione:

4) per da parte di Wind a seguito di violazioni degli obblighi e dei vincoli previsti per l’utilizzo della Carta Ricaricabile, come previsto nelle condizioni generali di contratto.
In questo caso però Wind non restituisce alcun credito residuo.

IL fatto che, immagino, tu abbia mandato una lettera/fax/pec unica in cui chiedi contemporanemente le due cose (recesso e restituzione del credito) non implica che il primo step sia subordinato al vaglio preventivo del secondo.
iwi non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01-01-2018, 18:35
 
uraganostar
 
Registrato il: Nov 2004
Età: 36
Messaggi: 10,054
Cellulari: 6
Messaggi archiviati: 373
Predefinito

Citazione:
Messaggio inviato da iwi
Non sono d'accordo.
La restituzione del credito residuo può avvenire solo dopo che l'utenza è stata disattivata. Disattivazione che può avvenire:

1) per recesso espressamente richiesto dal cliente (tuo caso),
2) per scadenza naturale della sim (mancanza di ricarica degli ultimi 13 mesi),
3) per MNP uscente.

Esiste un ulteriore e ultimo caso di disattivazione:

4) per da parte di Wind a seguito di violazioni degli obblighi e dei vincoli previsti per l’utilizzo della Carta Ricaricabile, come previsto nelle condizioni generali di contratto.
In questo caso però Wind non restituisce alcun credito residuo.

IL fatto che, immagino, tu abbia mandato una lettera/fax/pec unica in cui chiedi contemporanemente le due cose (recesso e restituzione del credito) non implica che il primo step sia subordinato al vaglio preventivo del secondo.

questa è una tua interpretazione naturalmente che non ha nessuna valenza giuridica.
Logicamente il credito residuo può essere richiesto e restituito solo se l'utenza viene cessata ma se l'oggetto della domanda è appunto la restituzione del credito residuo,se tu gestore non hai intenzione di rimborsarlo per il motivo X,Y,Z,mantieni la linea attiva perchè l'utente in oggetto ti ha specificato come motivo di recesso che vuole i propri soldi.
__________________
Iphone 4S con TIM SPECIAL
Iphone X con Vodafone Special1000
uraganostar non è collegato   Rispondi citando
Rispondi



Strumenti discussione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum