PDA

Visualizza versione completa : Permessi (e ferie): si perdono se ci si licenzia?


Golan
09-09-2011, 15:01
Permessi (e ferie): si perdono se ci si licenzia o si viene licenziati?

Se non sbaglio le ferie vengono cancellate comunque ogni tot mesi, quindi si perdono tutte anche in caso di licenziamento se non sbaglio.

Ma i permessi?

jasa
09-09-2011, 15:02
golan non sono un esperto ma mia moglie quando si é licenziata non ha perso niente e gli hanno conteggiato tutto.
di più non sò!
;)

nano73
09-09-2011, 15:04
Permessi (e ferie): si perdono se ci si licenzia o si viene licenziati?

Se non sbaglio le ferie vengono cancellate comunque ogni tot mesi, quindi si perdono tutte anche in caso di licenziamento se non sbaglio.

Ma i permessi?
Non vorrei dire una sciocchezza, mi sembra che i permessi e le ferie si potrebbero perdere se non le fai nell'anno, ma in caso di licenziamento o di dimissioni, vengono regolarmente pagati nell'ultima busta paga, insieme al TFR, rateo 13'e 14', come ferie e permessi non goduti...

Golan
09-09-2011, 15:06
le ferie non godute si perdono se non le fai entro x mesi come dite voi

però se non sbaglio i permessi non si perdono durante l'anno

per questo chiedevo se poi quando ci si licenzia vengono conteggiati o meno

ditemi se sbaglio

SimonCell
09-09-2011, 15:15
quando mi misero in mobilità nel 2008, mi diedero le ferie e i permessi residui insieme all'ultimo stipendio compreso di tredicesima

darionet
09-09-2011, 15:20
Ti pagano tutte quelle residue dall'ultima busta paga....

Il Marco
09-09-2011, 15:29
Da me(ambito sanitario pubblico) le ferie non si perdono mai. E non vengono neppure pagate come extra(nel senso che non puoi dire di pagartele a parte senza effettivamente startene a casa). Vanno in teoria esaurite nell'anno corrente ma poi fanno la deroga e vanno finite entro l'aprile dell'anno successivo.

Se non le si mette fuori entro questi termini vengono assegnate d'ufficio. Per cui non si perdono ne vengono pagate. Se uno si licenzia le ferie gli vengono conteggiate nel preavviso. E se una va in pensione le ferie gliele fanno fare al termine del periodo lavorativo effettivo.

Giorgio.Tomelleri
09-09-2011, 15:31
Da me(ambito sanitario pubblico) le ferie non si perdono mai. E non vengono neppure pagate come extra(nel senso che non puoi dire di pagartele a parte senza effettivamente startene a casa). Vanno in teoria esaurite nell'anno corrente ma poi fanno la deroga e vanno finite entro l'aprile dell'anno successivo.

Se non le si mette fuori entro questi termini vengono assegnate d'ufficio. Per cui non si perdono ne vengono pagate. Se uno si licenzia le ferie gli vengono conteggiate nel preavviso. E se una va in pensione le ferie gliele fanno fare al termine del periodo lavorativo effettivo.
Confermo

Golan
09-09-2011, 15:31
grazie per le risposte

comunque mi confermate che i permessi non si perdono se non li si usano entro un anno (o entro x) ?

Golan
09-09-2011, 15:32
Se non le si mette fuori entro questi termini vengono assegnate d'ufficio. Per cui non si perdono ne vengono pagate.

scusa non ho capito questa parte

Il Marco
09-09-2011, 15:37
grazie per le risposte

comunque mi confermate che i permessi non si perdono se non li si usano entro un anno (o entro x) ?

I permessi(retribuiti o meno) nel mio ambito lavorativo si perdono se non usati nell'anno. Quelli non si accumulano mai.

Se hai motivo per richiederli li richiedi e te li danno se sussistono i requisiti per averli e se durante l'hanno non li hai già richiesti sforando il limite massimo.

Io per esempio ogni anno ho tot giorno retribuiti come permessi per corsi esterni all'azienda. Li posso richiedere e me li danno. Ma al termine dell'anno se non li ho usati non mi vengono retribuiti e si azzerano. Non si cumulano con quelli dell'anno successivo. Mai.

scusa non ho capito questa parte

Intendo dire che le ferie del 2011 in teoria andrebbero esaurite a fine dicembre 2011. Poi però a novembre 2011 fanno sempre la deroga dicendo che le ferie 2011 devono essere esaurite entro aprile 2011. Dall'1 gennaio 2012 danno poi la possibilità ai dipendenti di pianificare le ferie residue del 2011. Se tu non le pianifichi ti vengono messe da loro in periodi a caso che non comportano diffficoltà per l'azienda ospedaliera.

Sempre da me, dal mio contratto, relativamente alle ferie l'obbligo della mia Azienda è "solo" quello di garantirmi almeno 15 giorni di vacanza(che poi sarebbero 3 settimane perchè il sabato e la domenica non sono considerati vacanza) anche non continuativi tra loro nel periodo che va da X a Y(non ricordo con precisione il periodo temporale in questione ma è tipo tra giugno e fine agosto). Il che però non vuol dire che l'azienda deve per forza mandarmi in vancanza in quel periodo. Vuol dire solo che se io chiedo le ferie in quel periodo l'azienda deve farmele fare senza dirmi "no, tu ci servi al lavoro".
Nella mia azienda però non ci sono mai stati problemi per le vacanze.

Golan
09-09-2011, 15:39
ok chiaro grazie

romaroma
09-09-2011, 15:39
nulla si perde.
se ti licenzi ti pagano le ferie e i p.i.r.
se invece non ti licenzi ma non ne usufruisci dopo un tot di tempo te le pagano...ma generalmente x non pagartele te le fanno fare.

Golan
09-09-2011, 15:45
se invece non ti licenzi ma non ne usufruisci dopo un tot di tempo te le pagano...

sicuro?

arthuro
09-09-2011, 15:47
sicuro?

Da me, metalmeccanico, era così.

Golan
09-09-2011, 15:48
so che era cosi fino a qualche anno fa, poi mi sa che è cambiato qualcosa da qualche anno a questa parte, ma magari mi sbaglio

i permessi comunque invece a quanto pare non si azzerano mai, rimangono conteggiati anche quelli di 2 3 anni fa giusto per capirsi, giusto?

romaroma
09-09-2011, 15:54
so che era cosi fino a qualche anno fa, poi mi sa che è cambiato qualcosa da qualche anno a questa parte, ma magari mi sbaglio

i permessi comunque invece a quanto pare non si azzerano mai, rimangono conteggiati anche quelli di 2 3 anni fa giusto per capirsi, giusto?

io sapevo che non si azzerava niente...nè ferie nè permessi...ma non sono aggiornatissimo in effetti...
un consiglio chiedere all'ufficio personale in questione o x rimanere neutrale al buon sindacato

Il Marco
09-09-2011, 16:44
so che era cosi fino a qualche anno fa, poi mi sa che è cambiato qualcosa da qualche anno a questa parte, ma magari mi sbaglio

i permessi comunque invece a quanto pare non si azzerano mai, rimangono conteggiati anche quelli di 2 3 anni fa giusto per capirsi, giusto?

Da quello che so io, e da quella che è la mia realtà i permessi si azzerano durante l'anno di decorrenza.
Io ho all'anno per esempio tot giorni di permessi retribuiti per corsi esterni all'azienda. Mettiamo che ho 6 giorni all'anno. Se li uso bene. Se non li uso non si cumulano con quelli dell'anno dopo. E neppure me li pagano se non li uso.
Stessa cosa per il permesso in caso di partecipazione a commissioni elettorali. Se lo usi te lo riconoscono, se non lo usi niente. Non te lo pagano.
Stessa cosa per i congedi parentali. Ti spettano tot giorni pagati alla morte del famigliare. Se hai la fortuna di andare in pensione con tutti i famigliari vivi non è che ti fanno il cumulo dei giorni che avrebebro dovuto pagarti.

E in ogni caso per farmi sfruttare i giorni di permesso devo sempre portare adeguata documentazione(per i corsi per esempio vogliono la copia della domanda di iscrizione al corso e la copia della brochure del corso stesso)

E' un po' come il permesso per la licenza matrimoniale. Se uno va in pensione senza sposarsi il periodo pagato di licenza che sarebbe spettato in caso di matrimonio non viene mica pagato.

L'unica cosa per la quale la mia azienda non mi ha mai chiesto documentazione è per i rimborsi chilometrici. Una volta mi obbligarono(per 5 giornate)a frequentare un corso nell'altra sede della mia azienda a circa 15km dal mio luogo di lavoro abituale. Chiesi il rimborso spese di viaggio in auto. E scoprì che il rimborso delle spese di viaggio era tra l'altro molto elevato.

fireblade2002
09-09-2011, 17:39
Golan ci vuoi dire che ti licenzi ?

Golan
09-09-2011, 17:44
grazie mille a tutti per le risposte anche a il marco per la risposta dettagliatissima che mi ha dato

fireblade no per ora no, più che altro l'azienda è molto piccola, non si sa mai che prima o dopo chiuda o per la crisi o perche il titolare si rompe le scatole visto che gli mancano pochi anni alla pensione

qualche pensiero di mettermi in proprio ce l'ho, le basi anche volendo, però di questi tempi, con la situazione economica del paese, è difficile lasciare un posto di lavoro

smsboy
09-09-2011, 19:01
anche io da quello che so, le ferie non si perdono
o fai le ferie o te le devono pagare (anche forse di più, ma non sono sicuro)

Corrado90
09-09-2011, 19:31
Sia le ferie che i permessi dell'anno precedente non si perdono e si continua a scalare da quelli qualora tu ne usufruissi, è logico che l'azienda spinge per fartele fare altrimenti l'anno dopo ancora dovrebbe parteli.
Nel caso in cui ti licenziassi ti vengono pagati con il tfr

valery1986
10-09-2011, 18:13
Io quando mi sono licenziata,i permessi me li ha pagati. Solo che mi h inculato nelle ferie. Praticamente in due anni di lavoro, le ho fatte solo una volta, perchè le altre non ho potuto farlo visto che dovevo frequentare un corso obbligatorio dell'ascom. E quando ho dato le dimissioni, me le ha fatte fare, perchè giustamente non voleva pagarmele.
Cmq dovrebbero conteggiare tutto.

waylis
10-09-2011, 19:35
Non vorrei dire una sciocchezza, mi sembra che i permessi e le ferie si potrebbero perdere se non le fai nell'anno, ma in caso di licenziamento o di dimissioni, vengono regolarmente pagati nell'ultima busta paga, insieme al TFR, rateo 13'e 14', come ferie e permessi non goduti...

perfetta disamina Nano!
cosi è...

un salutone carissimo!!!

Il Marco
10-09-2011, 19:39
Ma così' è dove? Da me non è così.

Queste cose non sono assolute.

waylis
10-09-2011, 21:35
dipende dai contratti,,, nel settore energia "il marco"...funziona proprio cosi, cè tanto di contratto..

dennylu
10-09-2011, 21:54
nei metallarmeccani si hanno 24 mesi per le ferie residue.se proprio nn le fai, le perdi.

Mariodd
10-09-2011, 22:26
non si perde niente ogni congedo non preso equivale allo stesso importo di una giornata lavorativa

61842
11-09-2011, 00:52
permessi e ferie non si perdono se si viene licenziati o se ci si dimette:vengono liquidati con l'ultima busta paga.

Le ferie non scadono:si matura il diritto a 4 settimane l'anno, di cui 2 devono essere utilizzate nell'anno di maturazione, le altre entro 18 mesi dalla fine dell'anno di maturazione.
Vddere i ccnl per condizioni migliorative

I i per i permessi é un po' diverso e si dovrebbe vedere il ccnl di riferimento.

Golan
11-09-2011, 01:36
le altre entro 18 mesi dalla fine dell'anno di maturazione.

e se non vengono usate nemmeno entro i 18 mesi cosa succede? questo è il grande dubbio :boh:

lolo1989
11-09-2011, 09:11
pagano tutto cio' che haidi residuo al momento del licenziamento sia permessi che ferie!

Il Marco
11-09-2011, 09:32
Ma voi cosa intendete per "permessi"?

Io nel mio ambito come permessi ho:

"x giorni per corsi di formazioni extra aziendali"
"x giorni per partecipare a concorsi"
"x giorni per partecipare come addetto alle elezioni"
"x giorni per licenza matrimoniale"
"x giorni per lutto famigliare"
"x giorni per malattia improvvisa figlio o parente fino all'x grado"
"le 150 ore per il diritto allo studio"

Questi sono queli che mi vengono al momento. E tutti questi permessi mi vengono pagati se chiedo di usufruirne. E molti di questi hanno validità annulae. Al 31/12 dell'anno si azzerano ed entrano in vigore quelli validi per l'anno successivo. Quando andrò in pensione o mi licenzierò se non ne avrò usato nemmeno uno mica me li andranno a pagare. E dico purtroppo perchè è vero che lavoro da solo 6 anni, ma se mi dovessero riconsocere il pagamento di questi "permessi" visto che di fatto non ne ho mai usufruito fino ad ora dovrebbero pagarmi quacosa come tipo 110-120 giornate lavorative fino ad ora.
Se me li pagassero potrei lavorare per 36 anni e arrivare ai 40 con questi permessi.

A voi che permessi pagherebbero in caso di licenziamento o pensionamento?

cancer
11-09-2011, 13:26
Marco, qui si parla di un altro tipo di permessi, non quelli per lutto o per studio o gli altri che hai citato... (che spettano a tutti solo in presenza di un evento particolare)

Nel privato, come dove lavoro io (ccnl industria) ho tot giorni di ferie che mi maturano ogni anno, e se non sbaglio 8 giorni di permesso, non legati a fatti particolari (che si possono prendere pure per andare a fare la spesa se te li danno), quando una persona è assente dal lavoro si segnano le ferie, se si è assenti per parte della giornata (da 1 a 7 ore) queste ore vanno indicate nei permessi (e di questo sono certa dato che inserisco io le ore lavorate nel software del commercialista).

Le ferie si devono usufruire entro un limite di 18 mesi dalla maturazione (ma in realtà dove lavoro io non le hanno mai azzerate a nessuno), i permessi si cumulano di anno in anno e non scadono mai.

Quando si è licenziati vengono regolarmente pagati insieme alle ferie residue.