PDA

Visualizza versione completa : Pergolato: Dia, permesso di costruire o...?


apellefigliodapollo
22-07-2009, 03:17
Vorrei realizzare all'esterno della casa, sul lato che da sul giardino, una pergola in alluminio

questa dovrebbe rimanere tutto l'anno, per ombreggiare la cucina d'estate e riparare dalle intemperie le grandi porte finestra d'inverno...

avevo pensato ad una cosa simile (http://www.unopiu.it/html/catalogo_liv3.php?id=492)
la foto ben rappresenta anche una porta finestra simile alla mia

Ora... premesso che resterebbe sempre aperta sui 3 lati e che non ho alcuna intenzione di chiuderla, neppure in futuro... per realizzarla mi serve il rilascio di un permesso di costruire (mesi di attesa), basta una d.i.a, o posso farla montare senza alcuna pratica burocratica?

leggendo in giro pare che persino le cappottine da terrazzo necessitino di d.i.a.:uhm: ... e sarei proprio curioso di vedere quanti l'hanno chiesta...

polpettone
22-07-2009, 08:17
se non erro la D.I.A. non è cosi' "tremenda", l'avevo fatta per casa mia, Fai la richiesta e se non ti dicono nulla entro un mese puoi andare avanti.. di solito non ti dicono mai nulla e non credo che per una cosa simile ti dicano qualcosa.
Cioè con la D.I.A. non devi attendere un permesso che magari tarda ma da quando la presenti hanno un mese per "fermarti" diciamo! almeno mi pare sia cosi' non vorrei dire una stupidata

cancer
22-07-2009, 08:25
Una mia collega fece una cosa simile davanti alla porta finestra della sua cucina, in legno, senza alcun permesso...

Poi dopo due mesi le arrivò il vigile a casa... un suo condomino l'aveva denunciata per costruzione abusiva, ha dovuto tirare giù tutto e fare tutta la documentazione per poterla rimontare.
Gli hanno spiegato che nel momento in cui una costruzione è fissata a terra o al muro con delle viti diventando così stabile necessita di permesso, altra cosa i gazebi leggeri solamente appoggiati che vengono considerati arredo da giardino (che nessuno ce li ha perché la prima folata di vento te li porta via....)

Ha presentato una DIA tramite un geometra, nel suo caso ha dovuto allegare anche il permesso del condominio dato che non abitava da sola (tutti hanno dato l'ok tranne, ovviamente, quello che l'aveva denunciata), e dopo un paio di mesi ha rimontato il tutto...

Antoine
22-07-2009, 08:32
Dopo aver sentito tutto ed il contrario di tutto, pure da parte del venditore unopiù :uhm:

l'amministratore condominiale mi ha avvertito che sarebbe servita la DIA, paventando uno scenario come quello descritto da cancer

rikerard
22-07-2009, 08:38
dipende anche da comune a comune ma generalmente va richiesta, informati all'ufficio tecnico, io dovevo mettere il gazebo in giardino e mi dissero che ci voleva...io ovviamente non l'ho fatta :D

Il Principe
22-07-2009, 08:39
apelle, confermo che è necessaria la DIA, pure per le capottine da terrazzo.

Poi, ovviamente, lo scenario paventato da cancer potrebbe essere impossibile da realizzarsi nel caso in cui casa tua sia una villetta singola senza condomini, vicini di casa o chiunque altro...

sandra
22-07-2009, 09:26
confermo anche io la necessità della DIA

:ciao:

gira_sole
22-07-2009, 09:46
Abito in una quadrifamiliare e quando e' stato deciso di mettere le tende da sole abbiamo fatto delle foto delle porte finestre-finestre in cui sarebbero state messe le tende, presentato tutto all'ufficio tecnico e dopo 1 mese abbiamo avuto l'ok, Cmq dalle mia parti, non ho mai sentito che ci fossero state sanzioni per tende gazebi ecc senza autorizzazione ... se pero' hai un vicino rompi bippppp, credo ti convenga fare tutto in regola ;-)

fireball06
22-07-2009, 09:47
CI vuole la DIA.

In ogni caso è uno strumento di semplificazione procedimentale che non comporta nessuna "rottura" particolare. Devi semplicemente dare comunicazione dell'avvio attività alla PA trenta giorni prima, decorso questo termine bisogna dare notizia di contestuale avvio dei lavori.
Nei trenta giorni successivi la PA può esercitare un'attività di controllo, potendo inibire la prosecuzione dell'attività nel caso in cui mancassero i requisiti.

apellefigliodapollo
22-07-2009, 09:50
I vicini non so come sono. È una casa in cui devo ancora trasferirmi. Per la dia, quanto potrebbe chiedermi un geometra?

Il Principe
22-07-2009, 10:19
apelle, secondo me potresti aspettarti cifre dai 600 ai 900 euro...

però, fossi in te, andrei a conoscere i vicini, e spiegherei loro la situazione...magari, da persone "civili" (cosa rara al giorno d'oggi, ma tentar non nuoce) potreste parlarne e vedere se a loro la tua idea del pergolato possa dare fastidio o altro...

supertato
22-07-2009, 10:26
1) serve la DIA.
2) serve un geometra/archietto/ingegnere
3) serve indicare un impresa che "firmi" il lavoro
4) bisogna verificare che la cosa sia fattibile (ad esempio la copertura potrebbe inficiare il RAI - rapporto di luce della finestra della cucina, oppure potrebbe fare in base alle dimensioni superficie coperta e magari tu sei saturo)
5) costo medio € 500,00
6) sono geometra, consiglio, se non hai vicini rompi palle, se non sei in una bifamiliare se.... Fallo abusivo!

apellefigliodapollo
22-07-2009, 10:58
apelle, secondo me potresti aspettarti cifre dai 600 ai 900 euro...


stic:censura: zzi

Il Principe
22-07-2009, 11:02
stic:censura: zzi
appunto!!

con 200 euro sai che regalo potresti fare ai vicini?? :eheh:

apellefigliodapollo
22-07-2009, 11:04
Mi sa che devo aumentare le parcelle,
facendo le proprzioni
sto lavorando quasi gratis

rananera
22-07-2009, 11:58
certo che serve la dia...ma serve, soprattutto, il consenso di chi abita sopra di te.
tra l'altro...se ci pensi bene...è comprensibilissimo.
con un normale gazebo leggero tu ti becchi l'ombra e stop.
con una costruzione in acciaio, molto più stabile e resistente, tu ti becchi l'ombra...e quello che abita sopra di te si becca una comodissima scaletta che faciliterà eventuali intrusioni a casa sua.

la mia dirimpettaia anni fa mise una molto più orribile tettoia in plasticaccia (di quelle tristi ad onde), ancorata alla facciata (interna) del palazzo, proprio sopra al suo terrazzo e proprio appena sotto la finestra dell'inquilino del piano di sopra.
che le ha fatto causa...ci ha impiegato 3 anni, lei ha speso anche parecchi soldi in avvocati (molti più del costo di quell'orrore di plasticosità sicuramente), e ha perso la causa.
ora l'orrore c'è ancora, sigh, ma sta piantato, orribilimente, a metà del suo terrazzo, lontano quindi un 3 mt dalla facciata e dalla finestra incriminata.

apellefigliodapollo
22-07-2009, 11:59
rana, la mia è una villetta singola

rananera
22-07-2009, 12:00
ma no scusa...allora ti fai i caxxi tuoi e tranquillo.
secondo me manco la dia...chisssà.

gira_sole
22-07-2009, 12:12
Io andrei all'ufficio tecnico del comune di zona, e chiederei informazioni su come ti devi comportare, stampi l'immagine della pergolato e la fai vedere ... cosi' eviti problemi in futuro.
Cmq io sono per la regolarita' ... nn si sa mai :)

apellefigliodapollo
22-07-2009, 12:13
io vorrei fare tutto in regola

rananera
22-07-2009, 12:16
apelle...posso chiedere a nome tuo...a qualche esperto ;)

supertato
22-07-2009, 12:32
La DIA va fatta di sicuro, con tutti i problemi annessi e connessi. Addirittura in alcuni regolamenti se la sporgenza supera tot metri può fare superficie coperta e quindi oltre a verificare se nel tuo lotto di terra c'è ancora spazio fa anche distanza dai confini. Per i costi prova a ragionare. Esce il Geometra o affine a rilevare il tutto (nella DIA devi indicare la pianta, il prospetto e magari anche il lotto di terra) con un suo aiutante 2 ore x 2 persone. Disegna rilievo e progetto 8 ore circa. Va una volta in Comune a parlare con il tecnico per impoistare la pratica, ci torna per portare la pratica, ci torna per consegnare l'inizio lavori 3 ore. Da la parvenza visto che comunque il lavoro è esiguo una volta almeno a venire a vedere i lavori 1 ora. Consegna la fine lavori in Comune 1 ora. Totale 17 ore per € 30 (manovale muratore) € 40 (meccanico) € 50 (Geometra) vedi cosa esce....

Mnemonik
22-07-2009, 12:58
Apelle....ci diresti il comune di residenza dove vorresti installare questa pergola?
Potrebbe essere necessaria una DIA (e quindi un tecnino ed un impresa a firma) oppure una semplice comunicazione di inizio lavori (che è meno formale)

Io però ti consiglio di fare tutto in regola tramite un tecnico anche per un altro motivo.
L'opera che vuoi realizzare può essere considerata una "costruzione di pensilina su edifici esistenti" che in molti comuni ricade tra le opere di manutenzione straordinaria esterna.
In quanto tali possono usufruire per le detrazione al 36% se opportunamente eseguite:
- DIA
- Comunicazione inizio lavori all'Agenzia delle Entrate
- regolare fattura
- pagamento tramite bonifici
Il procedimento sembra un po' rognosetto (e può esserlo a seconda del tipo di lavoro), ma è indicato per poter recupare un po' di soldini anche se in 10 anni.
Se paghi 1000 (con il presupposto di pagare in regola), puoi recuperare 36 all'anno.

rananera
22-07-2009, 13:02
apèèèèè e leggili gli mp...

Al2
22-07-2009, 14:24
CI vuole la DIA.

In ogni caso è uno strumento di semplificazione procedimentale che non comporta nessuna "rottura" particolare. Devi semplicemente dare comunicazione dell'avvio attività alla PA trenta giorni prima, decorso questo termine bisogna dare notizia di contestuale avvio dei lavori.
Nei trenta giorni successivi la PA può esercitare un'attività di controllo, potendo inibire la prosecuzione dell'attività nel caso in cui mancassero i requisiti.


notazione a margine:

che bel paese quello dove per installare una tenda ci vogliono gli stessi (pochi) adempimenti amministrativi necessari a costruire un parcheggio interrato di 5 piani per 200 automobili

Mnemonik
22-07-2009, 15:35
notazione a margine:

che bel paese quello dove per installare una tenda ci vogliono gli stessi (pochi) adempimenti amministrativi necessari a costruire un parcheggio interrato di 5 piani per 200 automobili

direi proprio di no, visto che per una struttura con la destinazione d'uso da te indicata oltre la Concessione Edilizia da presentare al Comune necessita anche del Deposito agli uffici del ex-Genio Civile (una sequenza di documenti tra cui: autorizzazione, denuncia inizio attività, comunicazione inizio attività, collaudo, fine lavori, ecc), autorizzazione presso i Vigili del Fuoco, accatastamento al NCU, ecc ecc ecc

TheKriminal
22-07-2009, 16:18
Confermo la necessità di D.I.A.

Antoine
22-07-2009, 16:41
Anche a me dissero "dipende dal comune".

Comunque sia, non pensare che per il solo fatto di essere in una costruzione singola nessuno ti possa rompere le palle.
Ad un mio parente, con casa conpletamente singola, i vigili fecero levare una tettoia in legno per le auto su denuncia di ignoti.
E dalla strada era pressochè impossibile vederla...

rananera
22-07-2009, 16:43
e pensare che poi uno dice: via via dalla pazza folla...mi son rotto di abitare in condominio...mo' vado in villetta e mi faccio i caxxi miei...


vabbè...farseli uno se li può anche fare...aspettando poi il solito condono all'italiana.
che arriverà, sempre e comunque, puntuale come l'afa in estate.

Mnemonik
22-07-2009, 16:49
Anche a me dissero "dipende dal comune".

Comunque sia, non pensare che per il solo fatto di essere in una costruzione singola nessuno ti possa rompere le palle.
Ad un mio parente, con casa conpletamente singola, i vigili fecero levare una tettoia in legno per le auto su denuncia di ignoti.
E dalla strada era pressochè impossibile vederla...
detto così è molto vago, può darsi che quella tettoia non rispettava semplicemente la distanza dai confini o l'altezza massima consentita.
Se si fanno le cose in regole nessuno ti può rompere le scatole.

Antoine
22-07-2009, 16:50
detto così è molto vago, può darsi che quella tettoia non rispettava semplicemente la distanza dai confini o l'altezza massima consentita.
Se si fanno le cose in regole nessuno ti può rompere le scatole.

Non lo so, non ho idea, conoscendo i miei parenti avranno cumulato illeciti su illeciti.

Quello che volevo dire è che non è che solo i condomini ti possono denunciare, ma anche un semplice passante.

rananera
22-07-2009, 16:57
antò...com'è il detto?
la mela non casca mai lontana dal melo? :D

Al2
22-07-2009, 16:58
direi proprio di no, visto che per una struttura con la destinazione d'uso da te indicata oltre la Concessione Edilizia da presentare al Comune necessita anche del Deposito agli uffici del ex-Genio Civile (una sequenza di documenti tra cui: autorizzazione, denuncia inizio attività, comunicazione inizio attività, collaudo, fine lavori, ecc), autorizzazione presso i Vigili del Fuoco, accatastamento al NCU, ecc ecc ecc


ti sbagli
riporto l'art. 2, comma 60, allinea 7 della Legge 23 dicembre 1996, n. 662 "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica":

"7. I seguenti interventi sono subordinati alla denuncia di inizio attivita' ai sensi e per gli effetti dell'articolo 2 della legge 24 dicembre 1993, n. 537:
a) opere di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo;
b) opere di eliminazione delle barriere architettoniche in edifici esistenti consistenti in rampe o ascensori esterni, ovvero in manufatti che alterino la sagoma dell'edificio;
c) recinzioni, muri di cinta e cancellate;
d) aree destinate ad attivita' sportive senza creazione di volumetria;
e) opere interne di singole unita' immobiliari che non comportino modifiche della sagoma e dei prospetti e non rechino pregiudizio alla statica dell'immobile;
f) impianti tecnologici che non si rendano indispensabili, sulla base di nuove disposizioni, a seguito della revisione o installazione di impianti tecnologici;
g) varianti a concessioni edilizie gia' rilasciate che non incidano sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non cambino la destinazione d'uso e la categoria edilizia e non alterino la sagoma e non violino le eventuali prescrizioni contenute nella concessione edilizia;
h) parcheggi di pertinenza nel sottosuolo del lotto su cui insiste il fabbricato.


nessuna concessione, si può fare semplicemente con una DIA, se è conforme agli strumenti urbanistici adottati o approvati e ai regolamenti edilizi

è scandaloso...siamo un paese del terzo mondo

Antoine
22-07-2009, 17:08
e pensare che poi uno dice: via via dalla pazza folla...mi son rotto di abitare in condominio...mo' vado in villetta e mi faccio i caxxi miei...



Io abito in condominio dal 2006 e mi sono già rotto.
Sebbene i condizionatori funzionino dal febbraio 2009, ora che vanno alla grande, mia moglie ha sentenziato che fanno male.
Ho provato a farle capire che io faccio ancora più male, ma niente, si dorme con le finestre aperte.
Così tutte le notti mi sveglio ogni qual volta l'indianino con la motoretta scureggiante entra nel garage del condominio.

Mi sono lamentato della cosa dai miei che abitano in una casa singola con discreto giardino, in una via chiusa con altre due case.
Loro si svegliano a notti alterne per via del vicino di casa che rientra ubriaco con il ferrarino con marmitta challenge, che si sente di dovere di sgasare in folle davanti al suo garage alle 3 del mattino, svegliando mezzo paese.

Purtroppo non è questione di condominio o casa singola, ma di cape di ****o.

rananera
22-07-2009, 17:09
allora ha ragione il tessoro...
fosse per lui si vivrebbe in una malga isolata in piena montagna.
...
cioè...lui ci vivrebbe.
io son morta anche solo al pensiero.
vabbbè

apellefigliodapollo
22-07-2009, 17:18
Sebbene i condizionatori funzionino dal febbraio 2009, ora che vanno alla grande, mia moglie ha sentenziato che fanno male.
scusa ma :ihih: :ihih: :ihih:

Antoine
22-07-2009, 17:20
Ridi ridi... ti sposerai anche tu, e vedrai che ridere :ihih: :ihih: :ihih:









:buaah:

apellefigliodapollo
22-07-2009, 17:21
la casa singola ha sicuramente una % di probabilità inferiore di avere scassaminchia a portata

ricordo un paio di vacanze in appartamento
durante le quali ho sognato tutte le notti il silenzioso letto di casa mia

e poi le assemblee condominiali...

Ysotta
22-07-2009, 17:22
sto ridendo anch'io...

apellefigliodapollo
22-07-2009, 17:25
Ridi ridi... ti sposerai anche tu, e vedrai che ridere :ihih: :ihih: :ihih:









:buaah:taci, che ne sto già pagando le conseguenze... :sdonk:

Al2
22-07-2009, 18:09
Sebbene i condizionatori funzionino dal febbraio 2009, ora che vanno alla grande, mia moglie ha sentenziato che fanno male.


Non ha tutti i torti, fanno male si.....
Io faccio così, li accendo mezz'ora prima di andare a letto e poi li spengo. Mi addormento in un quarto d'ora e il gioco è fatto

Antoine
22-07-2009, 18:13
Non ha tutti i torti, fanno male si.....
Io faccio così, li accendo mezz'ora prima di andare a letto e poi li spengo. Mi addormento in un quarto d'ora e il gioco è fatto

Manco quello mi lascia fare, salvo che non ci sia un caldo eccezionale.

Solo due volte li ha voluti accendere: la prima volta per l'elettricista, la seconda volta per il gatto.
Sempre rigorosamente di pomeriggio, quando poi arrivo io rigorosamente spenti.

Ma sono certo che se mai si guasteranno nuovamente, di sicuro li vorrà accesi.

Mnemonik
22-07-2009, 18:25
ti sbagli
riporto l'art. 2, comma 60, allinea 7 della Legge 23 dicembre 1996, n. 662 "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica"
......
è scandaloso...siamo un paese del terzo mondo

non credo...visto che è il mio lavoro e la redazione e presentazione dei progetti ai vari enti è quasi il mio pane quotidiano :prof:

apellefigliodapollo
22-07-2009, 18:39
la seconda volta per il gatto.
mi paiono ben chiare le gerarchie di casa Antoine :ihih:

dai, neanche 5 minuti prima di dormire giusto per togliere quei 20 litri di umidità dalla stanza!?
io avrei già dato di matto, soffro il caldo in maniera pazzesca

Al2
22-07-2009, 19:17
non credo...visto che è il mio lavoro e la redazione e presentazione dei progetti ai vari enti è quasi il mio pane quotidiano :prof:


forse nella tua regione ci sono norme che prevedono obblighi più stringenti
a livello nazionale la norma è quella, per cui se la regione nulla prevede.....

Mnemonik
22-07-2009, 19:24
forse nella tua regione ci sono norme che prevedono obblighi più stringenti
a livello nazionale la norma è quella, per cui se la regione nulla prevede.....
le norme urbanistiche sono di tipo comunali, in particolare vengono trattate nel Regolamento Edilizio che ha la funzione di attuare le norme nazionali.
E fidati se ti dico che per una struttura interrata per parcheggi con 4-5 ci vogliono permessi e autorizzazioni molto laboriose...e non una semplice DIA, e non solo al Comune, ma anche presso altri Enti pubblici (Genio Civile, Vigili del Fuoco, Sovrintendenza beni paesistici...ecc)

Al2
22-07-2009, 19:52
le norme urbanistiche sono di tipo comunali, in particolare vengono trattate nel Regolamento Edilizio che ha la funzione di attuare le norme nazionali.
E fidati se ti dico che per una struttura interrata per parcheggi con 4-5 ci vogliono permessi e autorizzazioni molto laboriose...e non una semplice DIA, e non solo al Comune, ma anche presso altri Enti pubblici (Genio Civile, Vigili del Fuoco, Sovrintendenza beni paesistici...ecc)


sono le Regioni, in virtù della competenza concorrente stabilita dall'art. 117 cost., a regolare la materia nei limiti previsti dalla legge statale che ho menzionato prima e che autorizza, senza alcun dubbio, la costruzione di parcheggi interrati con semplice DIA

guardati anche il sito del Comune di Roma così ti convinci:

http://www.comune.roma.it/was/wps/portal/!ut/p/_s.7_0_A/7_0_21L?menuPage=/Area_di_navigazione/Sezioni_del_portale/Municipi/Municipio_IX_(9)/Edilizia_e_Lavori_Pubblici/Urbanistica_ed_edilizia_privata/Dichiarazione_d%27Inizio_Attivit-13-_D-9-I-9-A-9-/

se da te ci sono regole diverse è solo perché la regione ha previsto norme più severe di quelle nazionali

aggiungo che vicino a casa mia stanno costruendo un parcheggio privato interrato con semplice DIA, anche il cartello informativo non riporta alcuna concessione ma semplicemente il protocollo della denuncia di inizio attività

Mnemonik
22-07-2009, 20:09
sono le Regioni, in virtù della competenza concorrente stabilita dall'art. 117 cost., a regolare la materia nei limiti previsti dalla legge statale che ho menzionato prima e che autorizza, senza alcun dubbio, la costruzione di parcheggi interrati con semplice DIA

guardati anche il sito del Comune di Roma così ti convinci:

http://www.comune.roma.it/was/wps/portal/!ut/p/_s.7_0_A/7_0_21L?menuPage=/Area_di_navigazione/Sezioni_del_portale/Municipi/Municipio_IX_(9)/Edilizia_e_Lavori_Pubblici/Urbanistica_ed_edilizia_privata/Dichiarazione_d%27Inizio_Attivit-13-_D-9-I-9-A-9-/

se da te ci sono regole diverse è solo perché la regione ha previsto norme più severe di quelle nazionali

aggiungo che vicino a casa mia stanno costruendo un parcheggio privato interrato con semplice DIA, anche il cartello informativo non riporta alcuna concessione ma semplicemente il protocollo della denuncia di inizio attività
interrato di quanti piani?
stai pur certo che a parte la DIA ci sarà almeno il deposito al Genio Civile con annesse richieste di autorizzazione, inizio lavori, collaudo e chiusura lavori e poi le pratiche per l'accatastamento presso il Catasto.
E già queste differenziano notevolmente la burocrazia per la realizzazione di un garage interrato dalla realizzazione di una pensilina.
Come vedi non siamo nel terzo mondo.


Nel link da te riportato si legge
- parcheggi nel sottosuolo dei fabbricati
Queste opere devono sempre e comunque conformi agli strumenti urbanistici adottati o approvati e ai regolamenti edilizi e, nel caso di immobili storico-artistici (vincolati ai sensi della Legge 1089/39) o sottoposti alla tutela della Legge 1497/39, resta sempre necessaria l'autorizzazione preventiva delle autorità preposte alla tutela del vincolo, prima di effettuare la denuncia di inizio attività.

La prima frase sottolineata vuol dire che se il regolamento edilizio prevede per quel tipo di costruzione una concessione edilizia o un permesso allora bisogna effettuare questo tipo di autorizzazione.
La seconda frase è invece l'autorizzazione presso la Sovrintendenza per i Beni paesistici che avevo proprio prima menzionato.

PS: io non mi devo convincere...so come funziona

supertato
22-07-2009, 21:25
Ragazzi, guardate che almeno in Lombardia, la DIA ha la stessa identica validità del Permesso di costruire. Io personalmante con la DIA ho fatto 2 condomini. POi naturalmete ci devi aggiungere la denuncia C.A. gli eventuali VVF prove penetrometriche e quant'altro...

TheKriminal
23-07-2009, 07:54
Ragazzi, guardate che almeno in Lombardia, la DIA ha la stessa identica validità del Permesso di costruire. Io personalmante con la DIA ho fatto 2 condomini. POi naturalmete ci devi aggiungere la denuncia C.A. gli eventuali VVF prove penetrometriche e quant'altro...
La D.I.A. serve solo per le modifiche, e per la ristrutturazione...

Antoine
23-07-2009, 08:37
mi paiono ben chiare le gerarchie di casa Antoine :ihih:

dai, neanche 5 minuti prima di dormire giusto per togliere quei 20 litri di umidità dalla stanza!?
io avrei già dato di matto, soffro il caldo in maniera pazzesca

a chi lo dici

però devo dire che ieri sera si è offerta di accendere anche in camera,
mi sono tenuto il jolly per oggi e domani

IO13
23-07-2009, 08:41
beato te apelle.. dove abito io serve la richiesta da inoltrare alle belle arti a venezia.. du palle..

supertato
23-07-2009, 09:02
La D.I.A. serve solo per le modifiche, e per la ristrutturazione...


Questo lo dici tu....

apellefigliodapollo
25-08-2009, 12:22
il geometra che chiede meno, chiede 1.500 euro :uhm: :sdonk:

Mnemonik
25-08-2009, 12:48
il geometra che chiede meno, chiede 1.500 euro :uhm: :sdonk:
in che comune sei (se non l'hai già scritto)?

kabal
25-08-2009, 12:50
serve la DIA, anche per costruire cose di ben più piccola entità